intestazione

Inizio
 
 
 
 

Rassegna Stampa 2019-2020

6 ottobre 2019

RUGBY SONDALO: SI RICOMINCIA

SERIE C2 - AMICHEVOLE DI LUSSO

La formazione seniores, che parteciperà al Campionato di serie C2 con inizio domenica 20 ottobre a Sondalo con Amatori & Union Milano, sempre nella giornata di domenica ha disputato una gara amichevole con la formazione del capoluogo a cui è seguita una sessione di allenamento congiunto. “Una esperienza positiva – ha commentato il dirigente Pietro Pini – Anche se il divario tra Sondrio e Sondalo è stato netto, la partita di allenamento è servita per mettere a punto tutti i meccanismi e per assimilare le idee del nuovo allenatore”.

La novità principale per la prima squadra sondalina è proprio il cambio di allenatore: dopo l’addio di Paolo Parigi e l’auto gestione nel finale della passata stagione, al timone della Serie C approda una vecchia conoscenza Jack Tonola già tecnico sia del Sondalo che del Sondrio.

Visto l’andamento della passata stagione la formazione sondalina si presenta ai nastri di partenza con l’obiettivo di centrare la promozione, mancata lo scorso anno per la non raggiunta obbligatorietà nel settore giovanile, ma questo anno garantita dalla partecipazione del Sondalo alla franchigia Under 14.

UNDER 14 - ESORDIO IMPEGNATIVO

REZZEL – SEREGNO (0-24) (10-0) (0-22)

REZZEL: Abate, Ambrosini, Balinetti, Bianchini, Bigiolli, Buyukcelen, Carella, Caspani, Clement, Clementi, Delisi, Della Valle, Ganassa, Giannotti, Gorelli, Maffia, Maiorana, Matteri, Monchi, Moratti, Oggioni, Partesana, Poletti, Pini, Spagnoli, Valena, Zamboni, Zen. Allenatori: Alessandro Cogliati e Claudio Nobili.

Riprende ufficialmente l’attività agonistica del Rugby Sondalo che nella prima domenica di ottobre ha visto impegnate le proprie formazioni su tre fronti. Hanno iniziato i ragazzi dell’Under 14 impegnati sul campo di Sondalo per la prima giornata del torneo cadetto. La formazione valtellinese, composta da una franchigia che vede sotto lo stesso tetto giocatori di Sondalo, Sondrio e Delebio, continua la formula della collaborazione già inaugurata lo scorso anno tra Sondalo e Delebio. Quest’anno si sono aggiunti anche i ragazzi di Sondrio, per un progetto a lungo termine che dovrebbe consentire una crescita sia numerica che tecnica del movimento giovanile. Ma se da una parte ci sono importanti novità, dall’altra la musica non cambia: l’Under 14 avrebbe dovuto incontrare i pari età di Lecco e Seregno, ma il Lecco all’ultimo momento ha rinunciato e per di più l’arbitro si è presentato a Sorico e non a Sondalo. Quindi la franchigia valtellinese ed il Seregno si sono accordati per disputare una gara amichevole suddivisa in tre tempi per dare modo a tutti i ragazzi di scendere in campo. Ne è scaturita una gara vivace dominata dal Seregno a suon di mete nella prima e nell’ultima frazione, con i locali che riuscivano ad essere più combattivi nella frazione centrale chiusa con due belle marcature di Maffia e Ambrosini. 

FEMMINILE JUNIORES - TORNEO INTERREGIONALE DI RUGBY A 7 - 1^ GIORNATA A SONDRIO - JUNIORES A SECCO 

SONDALO – MONZA 10 – 25 (1 m. Bormolini, Bulanti)

SONDALO – CUS BRESCIA 5-40 (1 m. Bulanti)

SONDALO – ROVATO 10 – 30 (1 m. Bormolini, Della Vedova)

SONDALO – ORIO 15 - 20 (1 m. Prevostini, Pedrazzoli, Della Vedova)

FORMAZIONE: Sabrina Alencastro, Petra Bormolini, Erica Bulanti, Anna Cornolti, Elena Della Vedova, Elisa Gaglia, Silvia Papasodero, Valentina Pedrazzoli, Marianna Prevostini, Eveline Sottocornola. Allenatore: Roberto dal Toè

Note: Inizio di stagione impegnativo per la formazione valtellinese nella prima giornata di Coppa Italia di rugby a 7 femminile Under 18 disputatasi a Sondrio. Le giovani allenate da Dal Toè si sono presentate con una formazione molto rinnovata rispetto alla scorsa stagione ed hanno faticato a trovare le giuste misure contro formazioni più collaudate. “Nonostante i risultati negativi, è stata una buona giornata – ha commentato l’accompagnatore Ivan Dal Pozzo – La prestazione del collettivo è stata all’altezza delle aspettative se teniamo conto che alcun ragazze provenivano dall’Under 16 ed altre hanno iniziato l’attività solo questo anno. Sicuramente il torneo Under 18 di questa stagione si presenta più competitivo e combattuto con molte formazioni che hanno fatto il salto di categoria dalla Under 16 alla Under 18. Il lavoro in comune che Seniores e Under 18 stanno facendo darà sicuramente linfa ad un gruppo che già da ora si è dimostrato impegnato e con ampi margini di crescita”. 

13 ottobre 2019

FEMMINILE - COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 - 1^ GIORNATA A ROVATO - LADIES TEAM ESORDIO VINCENTE A LENO 

SONDALO – STEZZANO 30-10 (2 m. Pedranzini e Della Vedova, 1 m. Graneroli e Spini)

SONDALO – ROVATO 20 – 0 (2 m. Piuselli, 1 m. Spini e Caterina Prevostini)

SONDALO – PIACENZA 20-10 (1 m. Piuselli, Caterina Prevostini, Manzolini, Spini)

Classifica: 1° Sondalo, 2° Piacenza, 3° Rovato, 4° Stezzano

FORMAZIONE: Eleonora Della Vedova, Natalie Piuselli, Rachele Prevostini, Chiara Pedranzini, Sara Cerri, Lucrezia Manzolini, Caterina Prevostini, Michela Graneroli, Silvia Spini, Martina Da Ronch, Chiara Selva. Allenatore: Ivan Dal Pozzo.

Inizio di stagione vincente per la formazione valtellinese che nella prima giornata di Coppa Italia di rugby a 7 femminile ha sbaragliato il campo di Leno vincendo tutte e tre le partite disputate.

Nella prima gara la formazione di Dal Pozzo si è sbarazzata abbastanza agevolmente dello Stezzano, mettendo a segno sei mete e subendone solo due.

Più impegnativo il secondo incontro con il Rovato che però ha dovuto fare i conti con la perfetta organizzazione difensiva delle valligiane, molto aggressive  e determinate nell’arginare le offensive delle bresciane e nell’imbastire micidiali ripartenze che hanno permesso di siglare quattro mete senza subirne alcuna.

La fatica accumulata con il Rovato si faceva sentire nel terzo incontro con il Piacenza: una gara tiratissima che vedeva una partenza lanciata di Manzolini e compagne e poi il ritorno delle piacentine che chiudevano il primo tempo sul 15-10 per le valtellinesi. Nella ripresa era ancora l’ottima applicazione della fase difensiva che impediva al Piacenza di pareggiare i conti e su una delle ultime azioni Silvia Spini suggellava il successo del Ladies Team con la meta che sanciva il 20-10 finale.

Soddisfatto della prestazione l’allenatore Ivan Dal Pozzo, non più in coppia con Davide Pozzi che ha lasciato l’incarico ad inizio stagione per impegni personali: “Oggi ho apprezzato soprattutto lo spirito combattivo e la grande determinazione in difesa che ci hanno permesso di subire poche mete e di recuperare molti palloni. Iniziative dalle quali sono poi nate le nostre offensive più pericolose con conseguente marcatura. Meno bene la fase offensiva vera e propria con ancora molti errori nella trasmissione della palla e nei collegamenti tra reparti. L’amalgama tra le varie giocatrici provenienti da Sondalo Sondrio e Delebio sta crescendo con gli allenamenti collegiali e sono sicuro che possiamo solo migliorare con il passare del tempo”.

UNDER 14 - ALTRA GIORNATA NO 

REZZEL 1 - VELATE 5-65 (m. Branchini)

REZZEL 1: Ambrosini, Bigiolli, Branchini, Clement, Da Ronch, Delisi, Della Valle, Ganassa, Gritciuk, Maffia, Matteri, Moratti, Partesana, Sala, Spagnoli. Allenatore: Claudio Nobili.

Gioca bene per un quarto d’ora la franchigia valtellinese, poi, complice un cartellino giallo e l’inferiorità numerica, il Velate ha preso il sopravvento e con una serie di azioni in velocità dei trequarti ha scavato un solco incolmabile nel punteggio. Chiuso il primo tempo sotto per 43-0, nella ripresa i padroni di casa ha avuto una reazione e con una impennata di orgoglio sono riusciti a contenere in un parziale di 5-22 il punteggio del secondo tempo, vedendosi inoltre annullate discutibilmente due mete.

REZZEL 2 - MONZA 7-69 (m. Clementi tr. Abate)

REZZEL 2: Abate, Balinetti, Bianchini, Carella, Clementi, Giannotti, Gobetti, Gorelli, Monchi, Oggioni, Valena, Venturini, Zamboni, Zen, Poletti. Allenatore: Claudio Nobili.

Contro un Monza tutt’altro che irresistibile la seconda formazione dei Rezzel non è riuscita a mostrare appieno le proprie capacita. Molto imprecisa in fase di impostazione e poco attenta in difesa, la formazione locale ha subito le iniziative individuali dei brianzoli senza mai dare segni di reazione. 

MINIRUGBY - DOVE ANDREMO A FINIRE?

Nella giornata di domenica esordio anche per il settore Minirugby che ha partecipato al Memorial Petrelli disputatosi sul campo di Sorico. Peccato che ad onorare la memoria del Dr. Petrelli fossero presenti solo le tre società valtellinesi e questo non per colpa degli organizzatori, come sempre ottimi padroni di casa. La mancanza di altre formazioni lombarde ad un torneo che di solito annoverava almeno sei società presenti è da imputare in toto alla incapacità del Comitato Regionale e dello staff che dovrebbe avere cura del settore minirugby, ostentatamente chiamato “Propaganda”. Ma quale Propaganda se si continuano a modificare le regole, introducendo assurdità come il gioco al piede per gli Under 8 o l’abolizione di qualsiasi classifica. Chi scrive allena i bambini da oltre 30 anni e domenica aveva cura proprio degli Under 8. Tra tutti i bambini presenti a nessuno è venuto in mente di dare una “pedata” a quel pallone di forma ovale, ma tutti lo hanno preso nelle mani ed hanno cercato di correre il più velocemente possibile verso la linea di meta. A volte mi domando se questi “sapientoni” che dettano le regole abbiamo mai visto un Under 8 giocare. Unitamente alla continua revisione dei regolamenti tecnici che, a mia precisa richiesta, non vengono nemmeno analizzati per verificarne l’efficacia, c’è poi l’inefficienza organizzativa che non riesce a costruire una semplice rete di tornei in cui tutte le squadre a rotazione abbiano l’obbligo di partecipare. Anche qui il suggerimento fornito da chi vive il rugby sui campi è molto semplice: date alle società dei rimborsi kilometrici, così le varie società non potranno certo lamentarsi dei costi per una trasferta in Valtellina e, sicuramente, non saranno le società valtellinesi a crucciarsi di questa opportunità. Tornando al torneo, l’abolizione di una classifica finale ha comportato la sola premiazione delle società presenti, togliendo ai ragazzi anche la soddisfazione di salire sul podio a ritirare il meritato premio per lo sforzo profuso in campo. 

Under 8

Formazione: Riccardo De Piaz, Anna Peña, Sofia Zen, Giovanni Compagnoni, Federico Culturi. Allenatori: Aldo Simonelli e Carlo Prevostini 

Under 10

Formazione: Minasie Bettonagli, Giovanni Delfino, Diaby Alì, Federico Ferrara, Francesco Ferrario, Nicolas Maffi Gonzalez, Tomas Plozza, Michele Vedovelli, Mirko Zen. Allenatori: Vanni Patroni e Roberto Zucchelli 

Under 12 Formazione: Filippo Capone, Alessandra Compagnoni, Demetria Ferrario, Fabrizio Lecca, Pietro Lucini, Matteo Maffi Gonzalez, Riccardo Mosconi, Gioele Patroni, Enrique Peña, Christian Plozza, Andrea Poletti, Mattia Saligari, Giulia Tognini, Andrea Vedovelli. Allenatore: Enzo Maffi

20 ottobre 2019

SERIE C2 - INIZIO DI CAMPIONATO POSITIVO, MA... 

RUGBY SONDALO – AMATORI UNION MILANO 23-0 (p.t. 13-0)

SONDALO: Zucchelli, M. Pedranzini (75’ Sinclair), Manzolini, Gobbi Frattini, Cecini, Manca, Emanuele Cossi, Di Corleto, Bormolini, Clementi, Della Bosca, Robustelli Test, Settineri, Soppelsa, Cenini (51’ Rossi) n.e. Paganoni. Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI:3’ m. Manzolini, 24’ m. Gobbi Frattini, 31’ c.p. Cossi, 51’ m. Zucchelli, 75’ m. Manzolini

NOTE: Inizio di campionato positivo per il Rugby Sondalo che, pur non disputando una partita trascendentale ha portato a casa con il minimo sforzo il bottino pieno: vittoria e punto di bonus. Mister Jack Tonola ha dovuto fare i conti con molte assenze e con un assetto tattico rivoluzionato con molti uomini schierati in un ruolo non propriamente loro, fattori che hanno generato una serie di errori dovuti proprio a meccanismi di gioco non ancora collaudati. Dall’altra parte anche la formazione avversaria ha commesso molti errori di gestualità, per cui ne è nata una partita molto spezzettata e poco spettacolare.

Partivano subito alla carica i sondalini che al 3’ andavano in meta con Manzolini abile a concludere all’angolo una percussione dei trequarti. Con la gara subito incanalata nei giusti binari i padroni di casa provavano ad affondare i colpi, ma subito emergevano i problemi di collegamento tra i reparti e gli errori da ambo le parti si succedevano con frequenza. Se l’attacco mostrava i propri limiti, la difesa sondalina reggeva bene e riusciva a respingere tutti gli assalti dell’Amatori-Union e a mantenere inviolata la propria meta. Dopo una serie di batti e ribatti, la seconda meta di giornata arrivava al 24’ con una bella incursione di Gobbi Frattini a cui seguiva dopo pochi minuti un piazzato di Cossi, utile a consolidare il vantaggio. Il primo tempo andava poi avanti senza scossoni e si chiudeva sul 13-0 per i valtellinesi. Nella ripresa l’Amatori-Union provava ad aumentare il ritmo per rientrare in partita, ma l’attenta difesa sondalina non lasciava passare nessuno. I milanesi si attestavano comunque nella metà campo avversaria e impegnavano duramente i locali con una serie di mischie e di rimesse laterali a ridosso dei 5 metri. Superato indenne il difficile momento il Sondalo si riaffacciava in avanti e approfittava di una touche in attacco per orchestrare una moul avanzante conclusa in meta da Zucchelli. Lo stesso Zucchelli si rendeva poi protagonista di un paio di azioni penetranti che gli garantivano la menzione di Man of the Match. Per concludere in gloria mancava solo la quarta meta che dava diritto al punto di bonus e a siglarla era ancora Manzolini a cinque minuti dalla fine. 

Fin qui la cronaca sul campo, poi il mercoledì arrivano le omologazioni delle partite e si scopre che Il Giudice Sportivo rilevato che la squadra POLISPORTIVA SONDALO SPORT ASD inseriva in lista giocatori il Sig. SETTINERI FEDERICO ELIO che non poteva prendere parte alla gara in quanto NON TESSERATO PER LA CORRENTE STAGIONE;

visti gli artt. 29/1 lett. E del Regolamento di Giustizia,16 lett. B e 25 lett. B. r.s.

DICHIARA

La Società POLISPORTIVA SONDALO SPORT ASD perdente con il punteggio di 0 – 20 in favore della Società AMATORI&UNION RUGBY MILANO SSD ARL penalizzandola con 4 punti in classifica. 

FEMMINILE JUNIORES - TROFEO INTERREGIONALE UNDER 18 - 2^ GIORNATA A MONZA - JUNIORES BRILLANTI 

SONDALO – MONZA 25-45 (2 m. Prevostini, 1 m. Gaglia, Sottocornola, Bulanti)

SONDALO – BIELLA 20-0 (2 m. Gaglia, 1 m. Digonzelli, Bulanti)

SONDALO – VESPE COGOLETO 43-29 (2 M. Gaglia, 1 m. Alencastro, Digonzelli, Bulanti, Prevostini, Cornolti)

FORMAZIONE: Sabrina Alencastro, Petra Bormolini, Erica Bulanti, Anna Cornolti, Elena Della Vedova, Giorgia Digonzelli, Elisa Gaglia, Marianna Prevostini, Eveline Sottocornola. Allenatore: Ivan Dal Pozzo

Ottimo comportamento per le Juniores impegnate nella seconda giornata del Trofeo Interregionale che si è disputata a Monza. Le valtellinesi sono state sconfitte solo dal Monza ed hanno superato brillantemente le piemontesi del Biella e le liguri del Cogoleto. “Squadra attenta e nettamente in crescendo nella fase difensiva – ha commentato Ivan Dal Pozzo – ma quello che mi ha stupito di più rispetto alla prima giornata disputata a Sondrio è stata la capacità offensiva basata su ottime scelte in fase mediana e su uno schieramento profondo che ha dato vita ad attacchi irresistibili. E’ una squadra che ha carattere e sa giocare da squadra dando la possibilità anche alle neofite di maturare esperienza.. La gara con il Monza è stata un botta e risposta fino a quando il Monza è riuscito a fare il break. La gara con Biella ufficialmente è finita 20-20, poi tramutato in 20-0 per le valtellinesi perché le piemontesi giocavano con una formazione mista. Si è invece risolta ai calci di trasformazione la gara con il Cogoleto, con la valtellinesi comunque in vantaggi per 7 mete a 5”.

MINIRUGBY - UNDER 8 E UNDER 10 – MAREA BIANCONERA

Under 8 e Under 10 erano impegnate a Sondrio nel Trofeo “Carla Corlatti” che ha visto scendere in campo un nutrito numero di squadre. Pur non essendo stilata una classifica ufficiale, le due formazioni sondaline impegnate hanno vinto tutte le gare disputate con partite spettacolari e combattutissime. 

Under 10: SONDALO – OGGIONO B 5-0 SONDALO – ARCOBALENO 8-0 SONDALO – ROVATO B 6-0 SONDALO – DELEBIO 3-1 SONDALO - SONDRIO 3-2

Formazione: Minasie Bettonagli, Giovanni Delfino, Diaby Alì, Federico Ferrara, Francesco Ferrario, Nicolas Maffi Gonzalez, Michele Vedovelli, Mirko Zen. Allenatori: Vanni Patroni e Enzo Maffi 

Under 8: SONDALO – OGGIONO 6-4 SONDALO – ROVATO 8-0 SONDALO - SONDRIO 4-3 SONDALO – DELEBIO 3-2  

Formazione: Leonardo Cossi, Anna Peña, Sofia Zen, Giovanni Compagnoni, Federico Culturi. Allenatori: Aldo Simonelli e Piero Manzoni

 

27 ottobre 2019

SERIE C2 - BATTUTA D’ARRESTO A SAN DONATO 

RUGBY SAN DONATO - RUGBY SONDALO 28-19 (p.t. 21-7)

SONDALO: Guizzardi, Cecini, M. Pedranzini, Di Corleto, Gobbi Frattini, Manca, Emanuele Cossi, Clementi, Bormolini, Rossi, Della Bosca, Corcoglioniti, Settineri, Soppelsa, Zucchelli. (16. Sinclair, 17. Paganoni). Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI:5’ e 10’ m. tr. San Donato,15’ m. Rossi tr. Di Corleto, 40’ m. tr. San Donato, 55’ m. tecnica Sondalo, 65’ m. tr. San Donato, 74’ M. Cecini

Impegno in trasferta per la formazione sondalina che a metà settimana è rimasta folgorata dal comunicato del Giudice Sportivo che sanciva la sconfitta a tavolino con l’Amatori-Union Milano per un pasticciaccio con la lista gara e un -8 in classifica. “E’ successo che, per un errore di comunicazione, è stato tesserato il livignasco Niccolò Settineri e non il fratello Federico. Chi ha compilato la lista gara, attingendo al database federale, ha selezionato il Settineri tesserato e lo ha puntualmente inserito. Il dirigente addetto all’arbitro rilevato che il Settineri in lista era Niccolò e non Federico, ha corretto a mano l’elenco dei giocatori, ignaro del fatto che Federico, purtroppo, non risultasse tesserato. Un errore che è costato caro, perché, oltre alla sconfitta a tavolino, la società è stata penalizzata di quattro punti che vanno a sommarsi ad altri quattro per la mancata obbligatorietà della scorsa stagione” – ha commentato uno sconsolato Pietro Pini – “Un boccone amaro da digerire che richiedeva subito una prestazione sopra le righe nella trasferta di San Donato. Così non è stato perché il Sondalo, nonostante una chiara supremazia in mischia, non è stato in grado di sfruttare il possesso palla a proprio favore. Invece di proporre attacchi alla mano è stato fatto un uso eccessivo ed anche improprio del gioco al piede che alla distanza ha favorito i milanesi”. La cronaca della gara vedeva subito avanti i padroni di casa con due mete nei primi dieci minuti. La reazione dei valtellinesi arrivava al 15’ con una meta di Rossi e la gara poi proseguiva senza grossi scossoni fino al 40’ quando gli ospiti si lasciavano sorprendere dal San Donato che siglava proprio allo scadere del primo tempo la terza meta di giornata. Nella ripresa il Sondalo rientrava in partita con una meta tecnica conquistata dalla mischia ma non riusciva poi a completare la rimonta. Il San Donato chiudeva definitivamente la gara al 65’ con un’altra meta che scavava un bel solco nel punteggio e a nulla valeva la meta finale di Cecini che fissava il punteggio sul 28-19 finale.

Dal sito del Rugby San Donato

Prima partita della stagione per la nostra Seniores contro Sondalo, storica formazione Valtellinese di lunga tradizione. I ragazzi di coach Gazzoni, quest’anno affiancato da Nando Battini come tecnico dei trequarti, presentano qualche novità rispetto alla stagione passata. Squadra comunque sempre molto giovane, essenzialmente una U23 con qualche fuori-quota. Pronti-via, la partenza dei nostri è fulminante. Palumbo rompe un paio di placcaggi, scarica su Riboni che marca. Cinquegrani è preciso dalla piazzola per il 7-0. Poco dopo un calcio lungo linea dopo una driving maul viene schiacciato in meta dallo stesso Palumbo, Cinquegrani trasforma anche questa e siamo 14-0. Sondalo reagisce, gioca costantemente intorno alla mischia, un po’ di nostra indisciplina li porta nei nostri 22, dove marcano sfruttando un paio di placcaggi mancati della nostra linea: 14-7. La partita è equilibrata, leggera prevalenza nostra sia di territorio che di possesso. Sulle touche in nostro favore guadagniamo sempre terreno con le driving maul, mentre in mischia ordinata soffriamo, ma fino a questo momento teniamo. Facciamo un'altra visita nei loro 22, e allo scadere della prima metà dopo una bellissima driving-maul, apertura su Malacart che rompe facilmente un placcaggio e marca. Cinquegrani trasforma, 21-7.Il secondo tempo è sulla falsariga del primo, con la sostanziale differenza che ora subiamo in mischia ordinata. Sondalo ne approfitta, prende calci a favore per portarsi in attacco, e all’ennesima arata degli avanti l’arbitro assegna una meta di punizione che riporta Sondalo a meno 7: 21-14.  Si alternano fasi di gioco rotto a metà campo, in una di queste Palumbo soffia la palla all’ala avversaria e si invola, preso sui 5 metri scarica su Falsetti in sostegno che indisturbato marca in mezzo ai pali. Trasformazione di Cinquegrani, e 28-14.  Sondalo non ci sta, preme nella nostra metacampo, ma deve affidarsi a calci per superare la linea. I nostri difendono bene e con ordine, ma decidono di complicarsi la vita aprendo dai 22 un calcio libero dopo un mark. Palla che cade in avanti, mischia che teniamo, ma la palla esce fino all’ala e Sondalo marca: 28-19. Gli ultimi minuti sono in controllo, e la partita si conclude con 5 punti guadagnati in classifica. Abbiamo visto molte note positive (dominio in touche e driving maul davvero ben eseguite), reggiamo bene gli impatti negli uno-contro-uno, mentre come l’anno scorso la giovane età e qualche kg che manca si fanno sentire in mischia chiusa, dove soffriamo. L’impressione di oggi è che aumentando il ritmo e allargando più il gioco la giornata avrebbe potuto essere più facile.  Coach Gazzoni al terzo tempo commenta così: "Non male il primo tempo. Abbiamo tenuto un ritmo medio e abbiamo anche tenuto in mischia chiusa nonostante il divario di peso ed esperienza. Nel secondo tempo ci siamo adeguati al loro ritmo più lento, abbiamo sofferto tanto in mischia chiusa e un po’ nel gioco aperto. Comunque bravissimi tutti per il risultato finale, che ci regala 5 punti, lasciandone 0 agli avversari.”  

FEMMINILE - COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 - 2^ GIORNATA A SONDALO - SONDALO SI TINGE DI ROSA 

SONDALO – TRADATE 15-10 (m. Pedranzini, Da Ronch, Manzolini)

SONDALO – SPARTANS 40-0 ((2 m. Della Valle, Piuselli e Della Vedova, 1 m. Rachele Prevostini e Galli)

SONDALO – COMO 30-10 (m. Pedranzini, Ambrosini, Manzolini, Marianna Prevostini, Da Ronch, Della Valle)

FORMAZIONE: Irene Ambrosini, Francesca Bassini, Elodie Della Valle, Eleonora Della Vedova, Cristina Galli, Natalie Piuselli, Rachele Prevostini, Chiara Pedranzini, Sara Cerri, Lucrezia Manzolini, Marianna Prevostini, Michela Graneroli, Martina Da Ronch. Allenatore: Ivan Dal Pozzo.

Ottobre in rosa per la formazione femminile Seniores, impegnata nella Coppa Italia di Rugby a 7 sul campo casalingo di Sondalo. Dopo avere vinto il torneo di Leno, le Ladies si sono ripetute sul campo di casa e, anche se in questo torneo non viene più stilata una classifica ufficiale, ci piace ricordare che le valtellinesi hanno battuto tutte le avversarie finora incontrate. La gara più ostica del torneo di casa è stata la prima con il Tradate che dopo essere andato sotto per 3-0 ha tentato una clamorosa rimonta chiudendo la gara sul 15-10. Nella seconda gara le rivali erano le universitarie Spartans, squadra appena formatasi che ha subito nettamente la maggiore esperienza delle padrone di casa. Terzo avversario il Como che ha dovuto arrendersi alle scatenate Ladies andate in meta per sei volte con sei marcatrici diverse. “Sono molto soddisfatto sia dei risultati che della prestazione delle ragazze – ha affermato coach Ivan Dal Pozzo – La difesa è stata la nostra arma vincente anche oggi, però ho visto belle azioni anche in fase offensiva con il gioco che si è sviluppato in più fasi. Unico dispiacere di giornata non aver potuto schierare Caterina Prevostini ed Elisa Gaglia, due atlete sotto osservazione da parte dei tecnici federali, reduci da un allenamento disputatosi nella giornata di sabato e quindi impossibilitate a scendere in campo perche devono essere passate 24 ore tra una attività e l’altra”.

FEMMINILE UNDER 16 - TORNEO DI RUGBY A 7 A CINISELLO - CON ONORE A CINISELLO 

SONDALO – CAIMANI 27-20 (3 m. Maffia, 2 m. Mossinelli)

SONDALO – CUS MILANO 15-40 (m. Maffia, Mossinelli e Pedrazzoli)

SONDALO – RAPTORS 15-25 (2 m. Maffia, 1 m. Prestito Orio)

SONDALO – CUS BRESCIA 5-35 (m. Mossinelli)

FORMAZIONE: Giulia Paini, Marta Mossinelli, Alice Dioli, Viola Maffia, Aurora Tavasci Marras, Annika Bricalli, Melissa Sciaini, Anna Cornolti, Valentina Pedrazzoli. Allenatore: Roberto Dal Toè.

Sabato 26 ottobre le ragazze Under 16 della franchigia valtellinese hanno partecipato al torneo di Cinisello che vedeva al via 10 formazioni. Le ragazze capitanate da Viola Maffia hanno disputato un buon torneo grazie anche ad alcuni prestiti dell’Orio che sono andati a rinforzare la formazione valtellinese ed alla fine hanno conquistato un onorevole 5° posto. “A parte Viola che è una leader e trascinatrice inarrestabile, è un gruppo di ragazze ancora inesperte ma con tanta voglia di imparare e di stare in campo – conferma Ivan Dal Pozzo – Lo spirito con cui hanno affrontato formazioni molto più collaudate ne è la dimostrazione sul campo. Con il lavoro e con la partecipazione a questi tornei, sapranno sicuramente migliorare e far crescere ulteriormente il movimento rugbystico femminile valtellinese”. 

UNDER 14 - LA FRANCHIGIA VALTELLINESE SBANDA 

REZZEL 1 - COMO 0-40

REZZEL 1: Abate, Ambrosini, Bigiolli, Buyukcelen, Clement, Da Ronch, Delisi, Della Valle, Ganassa, Gritciuk, Maffia, Matteri, Monchi, Moratti, Partesana, Sala. Allenatore: Alessandro Cogliati.

Partita da dimenticare quella con il Como che si è dimostrata una formazione ben organizzata e con le idee chiare, mentre dall’altra parte c’era un Rezzel irriconoscibile, incapace di fare pressione, e di organizzare una difesa accettabile, con un gesto tecnico fondamentale come il placcaggio che sabato è rimasto negli spogliatoi..

REZZEL 2 – IRIDE COLOGNO 5-57 (m. Zen)

REZZEL 2: Balinetti, Bona, Carella, Caspani, Giannotti, Gobetti, Gorelli, Maiorana, Oggioni, Poletti, Spagnoli, Venturini, Zamboni, Zen. Allenatore: Claudio Nobili.

Note: La franchigia valtellinese lotta e dà filo da torcere per buona parte del primo tempo ad un Cologno che non eccelle in qualità, ma ha in squadra  quattro marcantoni che quando prendono la palla fanno la differenza. Poi nella ripresa subentra il consueto calo di concentrazione che permette ai milanesi di dilagare. 

MINIRUGBY - POSITIVA TRASFERTA A ROVATO

Under 8 10 e 12 erano impegnate a Rovato in un torneo che ha visto la presenza di molte formazioni, alcune veramente belle da vedere. Non ci sono state classifiche alla fine, ma sia gli Under 10 che gli Under 12 del Sondalo sono usciti dal campo a testa alta consci di aver partecipato e di essere stati protagonisti di un torneo di alto livello. 

Under 12 SONDALO – AMATORI&UNION MI A 2-3 SONDALO – FIUMICELLO 4-4 SONDALO – ROVATO B 6-2 SONDALO – AMATORI&UNION MI B 0-4 

Formazione: Filippo Capone, Alessandra Compagnoni, Fabrizio Lecca, Matteo Maffi Gonzalez, Riccardo Mosconi, Silvio Mottini, Gioele Patroni, Enrique Peña, Mattia Saligari, Giulia Tognini, Andrea Vedovelli. Allenatore: Enzo Maffi. 

Under 10 SONDALO – FIUMICELLO B 6-5 SONDALO – FIUMICELLO A 2-4 SONDALO – AMATORI&UNION MI 3-3 SONDALO – ROVATO 6-1 

Formazione: Minasie Bettonagli, Giovanni Delfino, Ali Diaby, Federico Ferrara, Nicolas Maffi Gonzalez, Thomas Plozza, Michele Vedovelli, Mirko Zen. Allenatore: Vanni Patroni 

Under 8 SONDALO – ROVATO 1-4 SONDALO – FIUMICELLO A 3-5 SONDALO – AMATORI&UNION MI A 3-6 SONDALO – FIUMICELLO B 1-9 SONDALO – AMATORI&UNION MI B 2-5 SONDALO – BASSA BRESCIANA 2-2 

Formazione: Leonardo Cossi, Anna Peña, Sofia Zen, Giovanni Compagnoni. Allenatore: Aldo Simonelli

 

3 novembre 2019

SERIE C2 - LECCO - SONDALO SI TINGE DI GIALLO

RUGBY LECCO - RUGBY SONDALO 22-20 (p.t. 17-10 )

SONDALO: Zucchelli, Cecini, Manzolini, Gobbi Frattini, Emanuele Cossi, Manca, Caspani, Di Corleto, Rossi, Bormolini, Della Bosca, Corcoglioniti, Settineri, Soppelsa, Cenini. (16. Sinclair, 17. Dal Pozzo). Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI: 1’ m. tr. Lecco, 20’ c.p. Di Corleto, 26’ m.tr. Lecco, 31’ c.p. Lecco, 36’ m. Manzolini tr. Di Corleto, 45’ m. Lecco, 60’ m. Rossi, 65’ m. Gobbi Frattini.

Si tinge di giallo la sfida Lecco-Sondalo. A spiegare il “mistero” è il dirigente Pietro Pini: “Terminata la gara, durante la quale, come sempre, mi appunto tutte le marcature, ho chiesto conferma del risultato finale di parità 22-22 all’arbitro che però mi ha riferito che dal suo cartellino il risultato era 22-20 per il Lecco, non avendo messo a referto la trasformazione della meta di Rossi da parte di Di Corleto nel secondo tempo. Sul campo era chiaro a tutti che la trasformazione fosse entrata tra i pali e ne ho avuto conferma prima dai due segnalinee che hanno alzato la bandierina, poi dai giocatori e dai dirigenti del Lecco a fine gara. L’arbitro però non ha voluto modificare il suo referto per cui adesso non ci resta che inoltrare reclamo e attendere gli esiti. E’ proprio un inizio di campionato stregato in tutti i sensi. Anche oggi come domenica scorsa pronti via e subito meta per gli avversari come in un “deja vu” cinematografico. Poi però siamo stati bravi a non naufragare e nel secondo tempo abbiamo anche sfiorato la vittoria con due calci di punizione finiti fuori di poco. Poi la sorpresa finale e altro amaro in bocca”. I valtellinesi che in settimana avevano provato a chiedere l’inversione di campo, consapevoli che il ritorno il 12 gennaio sul campo di Sondalo era praticamente impossibile, ricevendo risposta negativa, sono andati sotto già al primo minuto di gioco, poi hanno subito un’altra meta su intercetto e un calcio di punizione, riuscendo a controbattere solo con un calcio piazzato di Di Corleto. Sul parziale di 17-3 Bormolini e compagni hanno cominciato a dare segni di poter cambiare l’inerzia della partita sfruttando il dominio in mischia. L’impennata d’orgoglio fruttava la meta di Manzolini poco prima della fine del primo tempo e la trasformazione di Di Corleto permetteva ai sondalini di portarsi a distanza di break. Nella ripresa il Lecco sorprendeva ancora la difesa ospite con un’altra meta al 5’, poi però i valtellinesi prendevano in mano la situazione e riuscivano ad agguantare il “pareggio” quando ancora mancavano quindici minuti alla fine. Sfruttando la supremazia in mischia riuscivano ad ottenere due calci di punizione da distanza ragguardevole ma non impossibili, però le due bordate di Di Corleto terminavano fuori di poco. Al triplice fischio nessuna delle due squadre esultava per un pareggio che scontentava sia la capolista per la rimonta subita, sia gli ospiti per le occasioni fallite nel finale. Comunque ora non resta che aspettare l’esito del ricorso e il comunicato del Giudice Sportivo per risolvere il giallo dei due punti mancanti.

10 novembre 2019

FEMMINILE - COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 - 3^ GIORNATA A ROVATO

LADIES TEAM INARRESTABILE - E LE UNDER 16 NON SONO DA MENO

SONDALO – STEZZANO 35-0 (2 m. Caterina Prevostini e Gaglia, 1 Pedranzini, Manzolini, Piuselli)

SONDALO – ROVATO 22-17 (1 m. Gaglia, Piuselli, Spini, Galli)

SONDALO – SPARTANS 40-0 ((2 m. Pedranzini, 1 m. Della Vedova, Cerri, Manzolini, Spini, Piuselli e Gaglia)

FORMAZIONE: Francesca Bassini, Eleonora Della Vedova, Elisa Gaglia, Cristina Galli, Natalie Piuselli, Caterina Prevostini, Chiara Pedranzini, Sara Cerri, Lucrezia Manzolini, Marianna Prevostini, Michela Graneroli, Silvia Spini, Chiara Selva. Allenatore: Ivan Dal Pozzo.

Continua inarrestabile la marcia della formazione femminile impegnata in Coppa Italia che vince anche il torneo di Rovato dopo aver primeggiato a Leno e a Sondalo. Anche se non c’è una classifica ufficiale, è comunque inoppugnabile che le valtellinesi hanno vinto tutte e tre le partite disputate mettendo a segno 19 mete e subendone solo tre. La prima gara con lo Stezzano è servita per rompere il ghiaccio e per prendere confidenza con il campo sintetico sul quale le ragazze di Dal Pozzo hanno dimostrato di trovarsi subito a proprio agio. Liquidato lo Stezzano con un perentorio 35-0, ecco subito dopo le padrone di casa del Rovato intenzionate a rompere le uova nel paniere. Le sondaline si sono trovate di fronte una squadra coriacea e fisicamente prestante e ne è scaturita una partita emozionante, combattuta punto a punto. Alla fine si è dovuti fare ricorso ai calci di trasformazione per sancire la vittoria del Sondalo che aveva comunque segnato una meta in più delle rivali. Ultima partita in assoluto dominio con le neofite Spartans, che sono state sommerse dalla verve realizzativa di Manzolini e compagne senza riuscire a marcare nemmeno una meta. “Le ragazze quando entrano in campo determinate e convinte dei propri mezzi diventano inarrestabili  – ha affermato coach Ivan Dal Pozzo – Lo dimostra la partita con il Rovato che ha provato con tutti i mezzi a far sua la gara ma alla fine ha dovuto arrendersi. Con molte ragazze a disposizione ho potuto fare un largo utilizzo del turn-over che ci ha permesso di risparmiare energie e di provare situazioni di gioco diversificate. Quello che si sta formando è comunque un gruppo compatto ed anche invertendo i fattori con i vari cambi, il risultato sul campo è sempre lo stesso: un dominio pressoché assoluto”.

 FEMMINILE UNDER 16 - TROFEO INTERREGIONALE A MANTOVA

SONDALO – ROVATO 30-27 (2 m. Maffia, e Sciaini, 1 m. Corsini, Cornolti)

SONDALO – MONZA 30-15 (2 m. Cornolti, 1 m. Maffia, Carimati, Corsini, Tavasci)

SONDALO – RAPTORS 25-10 (2 m. Sciaini, 1 m. Maffia, Alencastro, Corsini)

SONDALO – CAIMANI 25-15 (2 m. Maffia, 1 m. Sciaini, Corsini, Tavasci)

FORMAZIONE: Sabrina Alencastro, Viola Maffia, Aurora Tavasci Marras, Annika Bricalli, Melissa Sciaini, Anna Cornolti, Sveva Corsini (Orio), Alice Carimati (Orio). Allenatore: Roberto Dal Toè.

Note: Domenica sono scese in campo anche le ragazze Under 16, impegnate sul terreno di Mantova. La compagine valtellinese, rinforzata da due ragazze in prestito dall’Orio, ha disputato un torneo di ottimo livello, riuscendo a vincere tutte le gare in programma. “Nel giro di poche settimane il gruppo ha dimostrato di avere acquisito maggiore esperienza ed ha evidenziato positivi segnali di crescita – confermano i dirigenti al seguito della squadra –. L’innesto delle due ragazze di Orio, che probabilmente verranno tesserate per il Sondalo in modo da entrare in pianta stabile nell’organico, è servito a migliorare il livello qualitativo e a diminuire il gap esistente con le formazioni più esperte”.

UNDER 14 - PRIME GIOIE PER LA FRANCHIGIA VALTELLINESE

REZZEL 1 – BRESCIA 1 (41-24)

REZZEL 1: Ambrosini, Branchini, Clement, Clementi, Da Ronch, Delisi, Della Valle, Ganassa, Gritciuk, Maffia, Matteri, Monchi, Moratti, Partesana, Spagnoli, Zen. Allenatore: Alessandro Cogliati.

Marcatori:  2 m. Clementi, 1 m. Delisi, Ambrosini, Partesana, Gritciuk, Da Ronch, 3 tr. Da Ronch.

Prime gioie per la franchigia valtellinese che sul campo di Sondrio ha incontrato i pari età del Brescia, vincendo con buon margine ma soprattutto con un bel gioco. La squadra valtellinese ha dato il meglio di se nei primi quindici minuti di gara con un gioco concreto fatto di una sicura conquista della palla e di intelligenti aperture al largo. Poi la prima sbavatura con tre placcaggi mancati che hanno consentito agli ospiti di marcare al centro dei pali. Una volta subita la meta i valtellinesi si sono un po’ disuniti affidandosi più ad iniziative individuali che al gioco di squadra, tanto che nella seconda parte del primo tempo il computo delle mete era di due a due per uno striminzito vantaggio di 22-19. Nella ripresa il Brescia calava e i Rezzel riuscivano a prendere il largo, senza però mostrare il bel gioco di inizio partita.

REZZEL 2 – BRESCIA 2 (20-0)

REZZEL 2: Balinetti, Bianchini, Bona, Buyukcelen, Carella, Caspani, Gobbetti, Gorelli, Maiorana, Oggioni, Poletti, Romano, Valena, Venturini, Zamboni,  Allenatore: Claudio Nobili.

La seconda squadra della formazione valtellinese ha avuto anche lei la sua giornata di gloria in una gara disputata a ranghi ridotti e misti perché il Brescia non aveva una organico al completo. A termini di regolamento l’incontro è finito 20-0 a tavolino per i Rezzel, ma sul campo si è vista una gara scoppiettante con molte marcature sia da una parte che dall’altra che hanno portato al risultato finale di 48-41.

MINIRUGBY - POSITIVA TRASFERTA A ROVATO

Under 8 10 e 12 erano impegnate a Rovato in un torneo che ha visto la presenza di molte formazioni, alcune veramente belle da vedere. Non ci sono state classifiche alla fine, ma sia gli Under 10 che gli Under 12 del Sondalo sono usciti dal campo a testa alta consci di aver partecipato e di essere stati protagonisti di un torneo di alto livello.

Under 12: SONDALO – AMATORI&UNION MI A 2-3, SONDALO – FIUMICELLO 4-4, SONDALO – ROVATO B 6-2, SONDALO – AMATORI&UNION MI B 0-4 

Formazione: Filippo Capone, Alessandra Compagnoni, Fabrizio Lecca, Matteo Maffi Gonzalez, Riccardo Mosconi, Silvio Mottini, Gioele Patroni, Enrique Peña, Mattia Saligari, Giulia Tognini, Andrea Vedovelli. Allenatore: Enzo Maffi. 

Under 10: SONDALO – FIUMICELLO B 6-5, SONDALO – FIUMICELLO A 2-4, SONDALO – AMATORI&UNION MI 3-3, SONDALO – ROVATO 6-1 

Formazione: Minasie Bettonagli, Giovanni Delfino, Ali Diaby, Federico Ferrara, Nicolas Maffi Gonzalez, Thomas Plozza, Michele Vedovelli, Mirko Zen. Allenatore: Vanni Patroni 

Under 8: SONDALO – ROVATO 1-4, SONDALO – FIUMICELLO A 3-5, SONDALO – AMATORI&UNION MI A 3-6, SONDALO – FIUMICELLO B 1-9, SONDALO – AMATORI&UNION MI B 2-5, SONDALO – BASSA BRESCIANA 2-2 

Formazione: Leonardo Cossi, Anna Peña, Sofia Zen, Giovanni Compagnoni. Allenatore: Aldo Simonelli

 

17 novembre 2019

UNDER 14 - REZZEL A DUE FACCE 

ORIO 1 - REZZEL 1 – (41-10)

REZZEL 1: Ambrosini, Bigiolli, Branchini, Buyukcelen, Clement, Clementi, Delisi, Della Valle, Ganassa, Maffia, Matteri, Partesana, Spagnoli, Zen. Allenatore: Alessandro Cogliati.

Marcatori: 1 m. Clementi  e Maffia.

E’ una franchigia a due facce quella che si presenta sul campo di Seriate per affrontare i coetanei dell’Orio. La prima squadra manca l’occasione per lottare alla pari con un avversario assolutamente alla sua portata entrando in campo svogliata e senza grinta, con vistose lacune sia in fase di sostegno che in fase difensiva con troppi placcaggi sbagliati ed una pressione sterile che alla fine ha permesso ai padroni di casa di ottenere un punteggio altisonante.

ORIO 2 - REZZEL 2 (7-57)

REZZEL 2: Abate, Balinetti, Bona, Carella, Caspani, Gobbetti, Gorelli, Maiorana, Monchi, Oggioni, Valena, Venturini, Zamboni,  Allenatore: Claudio Nobili.

Marcatori: 4 m. Monchi, 2 m. Balinetti e Bona, 1 m. Venturini, 6 tr. Abate.

Le buone notizie invece arrivano dalla seconda squadra che è riuscita a vincere la propria gara a suon di mete. Va detto che l’Orio aveva in campo una squadra molto inesperta e questo ha facilitato il compito dei valtellinesi che hanno comunque saputo imbastire belle azioni di gioco. La tendenza generale è ancora quella di eccedere con gli individualismi e le azioni personali, però la squadra ha dimostrato di essere in crescita, con alcune individualità che potrebbero ambire ad un posto nella prima squadra in un futuro prossimo.

MINIRUGBY - RUGBY D’ALTRI TEMPI A SORICO

Si è svolto domenica 17 sui campi di Sorico e Gera Lario il 7° Memorial Antonio Peverelli riservato alle categorie Under 6 8 10 e 12. Purtroppo le pessime condizioni meteo hanno pesantemente condizionato la buona riuscita della manifestazione mettendo a dura prova la resistenza dei piccoli atleti intirizziti dal freddo e sommersi dal fango. Un torneo che riportato alla memoria un rugby di altri tempi, tutto fango e sudore. Le formazioni del Sondalo erano presenti con tre formazioni: nella categoria Under 8 erano in programma 5 partite per ogni squadra, ma dopo tre partite giocate al limite, si è pensato opportunamente di andare tutti sotto le docce. L’Under 10 invece è rimasta in campo fino alla fine, ma ha dovuto pagare dazio perché sul campo pesante la cavalleria leggera sondalina è rimasta impantanata. Più agevole il compito dell’Under 12 perché il campo di Gera Lario ha retto bene l’ondata di maltempo e si presentava in buone condizioni. Due vittorie, due sconfitte e un pareggio il bilancio finale dei giovani sondalini che hanno dimostrato di essere in crescita, grazie anche ai consigli di “nonno” Paolo Parigi che, quando è libero da impegni, spesso accompagna il proprio nipote sia alle partite che agli allenamenti. 

Under 12: Sondalo - Nord Milano 5-4, Sondalo - Lecco B 3-3, Sondalo - Lecco A 0-7, Sondalo- Lecco C 3-1, Sondalo – Sondrio 0-6

Formazione: Filippo Capone, Alessandra Compagnoni, Fabrizio Lecca, Matteo Maffi Gonzalez, Riccardo Mosconi, Gioele Patroni, Enrique Peña, Gabriele Pini, Jacopo Sergi, Giulia Tognini, Andrea Vedovelli. Allenatore: Enzo Maffi. 

Under 10: Sondalo – Delebio 0-3, Sondalo – Sondrio 1-3, Sondalo - Lecco A 6-2, Sondalo- Lecco B 3-1 

Formazione: Minasie Bettonagli, Alessandro Colotti, Giovanni Delfino, Alì Diaby, Francesco Ferrario, Nicolas Maffi Gonzalez, Thomas Plozza, Michele Vedovelli, Mirko Zen. Allenatore: Vanni Patroni 

Under 8: Sondalo – Delebio 5-8, Sondalo – Sondrio 6-4, Sondalo – Lecco 5-5

Formazione: Federico Colturi, Giovanni Compagnoni, Leonardo Cossi, Riccardo De Piaz, Anna Peña. Allenatori Aldo Simonelli, Patrick De Piaz.

24 novembre 2019

SERIE C2 - PROVA DI CARATTERE A SEREGNO 

RUGBY SEREGNO - RUGBY SONDALO 19-20 (p.t. 7-10 )

SONDALO: Luca Corcoglioniti, Cecini, Manzolini, Di Corleto, Emanuele Cossi, Gobbi Frattini, Manca, Enrico Pedranzini, Bormolini, Clementi, Della Bosca, Cenini, Settineri, Soppelsa, Zucchelli. (16. Mattia Cossi, 17. Alessandro Corcoglioniti, 18. Rossi, 19, Paganoni). Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI: 3’ m. tr. Seregno, 20’ e 40’ m. Rossi, 47’ m. tr. Seregno, 65’ m. Seregno, 72’ m. E. Cossi, 80’ m. Bormolini.

Prova di carattere della formazione del Rugby Sondalo che è riuscita ad espugnare il campo di Seregno dopo una aspra battaglia disputata sotto una pioggia battente e in mezzo al fango. E’ stata una partita con continui ribaltamenti di fronte che i valtellinesi hanno saputo fare propria all’ultimo minuto con una meta di capitan Bormolini. Come già accaduto nelle ultime due trasferte, i sondalini partivano con il piede sbagliato lasciandosi sorprendere da una fulminea incursione dei trequarti locali che andavano a siglare al centro dei pali dopo nemmeno tre minuti di gara. Un brutto colpo per la formazione ospite che però riusciva a reagire e a mettere paura ai milanesi soprattutto con il pacchetto di mischia. Le difficoltà maggiori venivano dalle linee arretrate perché il Seregno si dimostrava particolarmente abile nelle giocate al largo e nella capacità di muovere la palla anche sotto la pioggia. Con una difesa arcigna e approfittando della supremazia nelle fasi di gioco chiuso i sondalini riuscivano comunque a ribaltare il risultato con due mete di Rossi che consentivano agli ospiti di chiudere in vantaggio per 10-7 il primo tempo. Nella ripresa continuava il testa a testa con il Seregno a tentare attacchi alla mano e con il Sondalo pronto a replicare con possenti avanzate della mischia. I padroni di casa ritornavano in vantaggio al 47’ con l’ennesima azione in velocità e tentavano l’allungo definitivo con un’altra meta al 72’, portandosi sul 19-10. A questo punto saliva in cattedra l’orgoglio dei sondalini che negli ultimi dieci minuti di gioco mettevano in enorme difficoltà il Seregno riuscendo dapprima ad accorciare le distanze con una meta dell’ala Emanuele Cossi e poi a conquistare l’intera posta, compreso il prezioso punto di bonus, proprio nell’ultima azione di gioco. “Noi siamo stati nettamente superiori in mischia e abbiamo puntato eccessivamente sul gioco individuale – ha dichiarato il dirigente Pietro Pini a fine gara – mentre loro hanno messo in mostra un apprezzabile gioco di squadra con dei trequarti particolarmente ispirati, per cui qualsiasi fosse stato il risultato finale nessuna delle due squadre avrebbe demeritato. Per cui godiamoci questo successo che servirà sicuramente a corroborare lo spirito della squadra in vista dei prossimi impegni.” 

FEMMINILE - COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 - 4^ GIORNATA A STEZZANO

IL POKER E’ SERVITO 

SONDALO – STEZZANO 35-5 (3 m. Spini, 1 m. Pedranzini, Manzolini, Piuselli, Della Vedova)

SONDALO – ROVATO 20-0 (2 m. Spini, 1 m. R. Prevostini, Della Vedova)

SONDALO – MANTOVA 25-10 ((2 m. Da Ronch, 1 m. Della Vedova, Manzolini, Piuselli)

FORMAZIONE: Francesca Bassini, Eleonora Della Vedova, Martina Da Ronch, Giorgia Digonzelli, Natalie Piuselli, Rachele Prevostini, Chiara Pedranzini, Sara Cerri, Lucrezia Manzolini, Marianna Prevostini, Silvia Spini, Chiara Selva. Allenatore: Ivan Dal Pozzo.

Quarta giornata di Coppa Italia a Stezzano e quarto successo consecutivo per le “terribili” ragazze di Ivan Dal Pozzo. Un poker che non ha precedenti e che la dice lunga sul felice momento che sta vivendo il rugby femminile valtellinese: le Ladies che ormai sono diventate la squadra da battere ed inoltre le giovani Caterina Prevostini ed Elisa Gaglia convocate a Parma per uno stage riservato alle atlete di interesse nazionale. Il torneo di Stezzano, oltre alle padrone di casa e al Rugby Sondalo, che aveva a disposizione ben 12 atlete, vedeva impegnate le formazioni del Como (poi ritiratosi dopo la prima gara), del Rovato e del Mantova. La cronaca delle giornata la riassume un raggiante Ivan Dal Pozzo: “Non ci sono più termini per definire questo fantastico gruppo. Il lavoro collettivo delle tre società valtellinesi sta dando i suoi frutti, tanto che la nostra realtà viene citata come esempio da seguire. Anche oggi le ragazze sono state superlative soprattutto nelle fase difensiva, mettendo in mostra una aggressività e una tenacia nel braccare le avversarie tali da non lasciare scampo a nessuno. Eppure nelle fila del Como, del Rovato e del Mantova erano presenti alcune atlete che hanno già provato l’esperienza del rugby a 15 in Serie A. Sedici mete fatte e solo tre subite la dicono lunga sulle capacità del gruppo e così per l’ennesima volta tutte le avversarie hanno dovuto pagare dazio. Ferma l’Under 18, oggi ho potuto fare un ampio turn-over, schierando appunto anche le atlete più giovani per dar loro modo di crescere ulteriormente”.

MINIRUGBY - FACCE SPORCHE MA SORRIDENTI ANCHE A SEREGNO

Ultimo appuntamento stagionale per il settore Minirugby che ha partecipato al torneo di Seregno con l’Under 10 e l’Under 12. Anche in questo torneo lo scenario che si presentava non era dei più rassicuranti: pioggia e fango per tutta la giornata. Nonostante questo il divertimento è stato assicurato ed i piccoli rugbysti sondalini hanno dato spettacolo. L’under 10 con un pareggio e quattro vittorie ha concluso il torneo imbattuta e, se ci fosse stata la classifica, al primo posto. Non da meno l’Under 12 che ne ha vinte tre e persa una sola. Alla fine tante facce sporche ma sorridenti per una prestazione cha ha strappato molti applausi. 

Under 12: Sondalo – Leone XIII Milano 8-0, Sondalo – Geas Sesto 1-4, Sondalo - Seregno 7-3, Sondalo - Pirati 6-2

Formazione: Filippo Capone, Alessandra Compagnoni, Demetra Ferrario, Pietro Lucini, Matteo Maffi Gonzalez, Silvio Mottini, Gioele Patroni, Enrique Peña, Gabriele Pini, Christian Plozza, Mattia Saligari. Allenatore: Enzo Maffi. 

Under 10: Sondalo - Geas Sesto 2-2, Sondalo - Crociati Legnano 20-0, Sondalo - Fennec Fox Gessate 5-1, Sondalo – Delebio 4-1, Sondalo – Seregno 2-1

Formazione: Minasie Bettonagli, Alessandro Colotti, Alì Diaby, Federico Ferrara, Francesco Ferrario, Nicolas Maffi Gonzalez, Thomas Plozza, Michele Vedovelli, Mirko Zen. Allenatori: Vanni Patroni e Roberto Zucchelli 

UNDER 14 - REZZEL BRILLANTE A MILANO 

ASR MILANO 1 - REZZEL 1 – (17-21)

REZZEL 1: Bigiolli, Branchini, Clement, S. Da Ronch, Delisi, Della Valle, Ganassa, Gobbetti, Maffia, Matteri, Monchi, Moratti, Partesana, Zen. Allenatore: Alessandro Cogliati.

Marcatori: 2 m. Maffia, 1 m. Clement, 3 tr. Matteri.

La franchigia valtellinese riscatta l’opaca prestazione della settimana precedente disputando una gara esemplare sul campo dell’ASR Milano, una delle formazioni lombarde più quotate. Pur partendo con un handicap di 10-0, frutto di due mete subite nei primi cinque minuti, gli ospiti hanno saputo prendere subito le giuste contromisure. Di fronte ad un avversario che non era fisicamente prestante ma aveva giocatori velocissimi, ha organizzato una fase difensiva efficace e capace di chiudere tutti gli spazi. Poi hanno cominciato a fare valere le proprie capacità riaprendo la partita con una meta trasformata che chiudeva il primo tempo sul 10-7 per i milanesi. Nella ripresa la gara è continuata incerta fino alla fine con l’ASR che siglava ancora una meta e con i valtellinesi che riuscivano a pareggiare il conto delle mete mettendone a segno altre due. La differenza nel punteggio alla fine l’ha fatta il piede preciso di Matteri che ha messo tra i pali tutte e tre le trasformazioni contro una sola dei padroni di casa. 

ASR MILANO 2 - REZZEL 2 (59-17)

REZZEL 2: Abate, Balinetti, Bianchini, Buyukcelen, Caspani, Gorelli, Gritciuk, Maiorana, Oggioni, Poletti, Romano, Spagnoli, Venturini, Zamboni,  Allenatore: Claudio Nobili.

Marcatori: 1 m. Gritciuk, Spagnoli e Caspani, 1 tr. Abate.

Più arduo il compito della seconda squadra che nel primo tempo è stata messa sotto 39-0 da un ASR scatenato. Poi le cose sono cambiate nella ripresa quando i milanesi hanno effettuato tutti i cambi disponibili mettendo in campo giocatori meno esperti. La partita si è fatta più equilibrata, i valtellinesi hanno siglato tre mete sfiorando anche la quarta, mentre dall’altra parte l’ASR ne metteva a segno quattro, per un parziale nel secondo tempo di 20-17 per i padroni di casa. 

1 dicembre 2019

SERIE C2 - CONTINUA IL BUON MOMENTO DEL RUGBY SONDALO 

AMATORI & UNION MILANO - RUGBY SONDALO 7-44 (p.t. 7-27)

SONDALO: Paganoni, M. Pedranzini, Guizzardi, Gobbi Frattini, Cecini, Manca, Mattia Cossi, Rossi, Bormolini, Di Corleto, E. Pedranzini, A. Corcoglioniti, Settineri, Soppelsa, Zucchelli. (16. Robustelli Test, 17. Fioletti, 18. Pini). Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI: 1’ m. M. Cossi tr. Di Corleto, 7’ m. Guizzardi, 10’ c.p. Di Corleto, 12’ m. Rossi tr. Di Corleto, 25’ m. Milano, 35’ m. Zucchelli, 45’ m. Soppelsa, 62’ m. Rossi tr. Di Corleto, 77’ m. Guizzardi.

Continua il buon momento del Rugby Sondalo che conquista la seconda vittoria consecutiva fuori casa, risale in classifica e mette nel mirino proprio l’Amatori & Union per raggiungere il terzo posto che darebbe accesso al girone promozione a partire dal 16 febbraio. “Dopo l’inopinata sconfitta a tavolino nella prima giornata proprio contro i milanesi che era costata anche una pesante penalizzazione in classifica, l’imperativo era provare a vincerle tutte per tentare la qualificazione al girone promozione - afferma il dirigente Pietro Pini – Dopo aver battuto il Seregno sul filo di lana, oggi abbiamo chiarito i conti anche con Milano, dominando dall’inizio alla fine e disputando una gara attenta e concreta. Ora il futuro ci riserva tre partite in casa per completare l’opera, ma le incognite sono ancora molte perché il primo incontro con il Lecco è programmato il 15 dicembre, ma gli altri due sono previsti in gennaio col grosso rischio che non si possa giocare per la neve. Allora cosa farà il Comitato Regionale? Congelerà la classifica, visto che a febbraio iniziano i due gironi promozione e permanenza? Ci consentirà di anticipare i due incontri al 8 e 22 dicembre, giornate previste per eventuali recuperi? Ci obbligherà a trovare un campo praticabile? Tutte domande alle quali cercheremo di dare una risposta, anche se il nostro obiettivo è quello di chiedere gli anticipi per poter sfruttare appieno il fattore campo.” La gara di domenica, disputatasi alle 12.30, ha obbligato i valtellinesi ad una levata mattutina, però quella che è scesa in campo a Milano era una squadra determinata, anche se priva di alcune pedine importanti come Della Bosca e Manzolini, e lo si è visto subito al primo minuto con una netta inversione di tendenza: invece di subire la meta avversaria, come nelle precedenti due partite, questa volta erano i sondalini a marcare alla prima azione con una meta fulminea di Mattia Cossi, replicata cinque minuti dopo da un’altra marcatura di Guizzardi. Il buon inizio dava vigore agli ospiti che continuavano a mantenere il totale controllo della gara e a creare occasioni. Al 10’ sfruttavano un calcio di punizione per allungare nel punteggio e al 12’ incrementavano ulteriormente con una percussione di Rossi. I milanesi ci mettevano un po’ prima di reagire e al 25’ riuscivano a perforare la difesa sondalina mettendo a segno quella che poi resterà la loro unica marcatura di tutto l’incontro. Prima dell’intervallo Zucchelli concludeva in meta una avanzata vincente della mischia e si andava al riposo con un eloquente 7-27. Nel secondo tempo era ancora la mischia a creare notevoli difficoltà ai padroni di casa e questa volta era il tallonatore Soppelsa a finalizzare. Con la partita saldamente in pugno, i valtellinesi rallentavano un poco per rifiatare, ma negli ultimi quindici minuti riprendevano la carica andando a segno ancora con Rossi e Guizzardi, autori di due doppiette, con Guizzardi che si meritava la nomina a Man of the Match per la sua prova volitiva.

15 dicembre 2019

SERIE C2 - SONDALO - LECCO RINVIATA PER NEVE 

FEMMINILE - TUTTE IN CAMPO LE FORMAZIONI VALTELLINESI

SENIORES ANCORA PRIME A ROVATO - UNDER 18 PROTAGONISTE A SERIATE

Giornata ricca di soddisfazioni per le formazioni femminili valtellinesi tutte impegnate nei vari tornei di categoria sui campi di Rovato e Seriate per l’ultimo appuntamento stagionale. 

UNDER 16: La giornata l’hanno iniziata le Under 16 nel Torneo Interregionale Under 16. Con nessuna squadra al completo, sono state formate quattro squadre miste che hanno dato vita ad un torneo quadrangolare. Per il Rugby Sondalo erano presenti: Annika Bricalli, Alice Dioli, Viola Maffia, Melissa Sciaini. 

UNDER 18: Contemporaneamente sul campo di Seriate scendevano in campo le Under 18 in un torneo con sette formazioni provenienti da Lombardia, Piemonte e Liguria. Ottimo il comportamento delle valtellinesi, trascinate da una Elisa Gaglia incontenibile. Le ragazze di Dal Pozzo sono state protagoniste assolute del torneo con tre vittorie e una sconfitta di misura ed hanno mancato la qualificazione alla finalissima solo per un punto.

SONDALO – ORIO 40-5 (3 m. Gaglia, 1 m. Digonzelli, Bulanti, C. Prevostini, M. Prevostini, Della Vedova)

SONDALO – MONZA 39-41 (2 m. C. Prevostini e Gaglia, 1 m. Bulanti, Della Vedova)

SONDALO – CUS TORINO 15-10 (1 m. Gaglia, Da Ronch, Della Vedova)

SONDALO – BIELLA 30-20 (4 m. Gaglia, 2 m. Da Ronch)

FORMAZIONE: Sabrina Alencastro, Erica Bulanti, Anna Cornolti, Asia Da Ronch, Elena Della Vedova, Giorgia Digonzelli, Elisa Gaglia, Caterina, Prevostini, Marianna Prevostini (n.e. Silvia Spini). Allenatore: Ivan Dal Pozzo 

SENIORES: Nel pomeriggio sul terreno di Rovato è poi toccato alle atlete Seniore impegnate in Coppa Italia. Visto il contemporaneo impegno delle Under 18 e tenuto conto di alcune defezioni dell’ultima ora, le ragazze a disposizione di Manzoni e Ambrosini erano solo otto ed hanno dovuto faticare più del dovuto per mantenere l’imbattibilità stagionale e centrare la quinta vittoria consecutiva nel torneo. Manzolini e compagne dopo un esordio agevole con Amatori&Union Milano hanno dovuto fare i conti per l’ennesima volta con le padrone di casa del Rovato. La gara è finita con cinque mete a testa per cui si è dovuto fare ricorso ai calci piazzati che hanno visto ancora una volta l’infallibile Natalie Piuselli mettere tra i pali tutte e cinque le trasformazioni contro le due delle rivali. Nell’ultima gara con lo Stazzano la fatica si faceva sentire, però le valtellinesi riuscivano a condurre in porto la vittoria seppur con solo una meta di scarto.

SONDALO – AMATORI&UNION 40-10 ((3 m. Manzolini e Piuselli, 2 m. Bassini)

SONDALO – ROVATO 35-29 (3 m. Piuselli, 2 m. Cerri. 5 tr. Piuselli)

SONDALO – STEZZANO 30-25 (3 m. Piuselli, 2 m. Manzolini, 1 m. Cerri)

FORMAZIONE: Irene Ambrosini, Francesca Bassini, Martina Da Ronch, Natalie Piuselli, Rachele Prevostini, Sara Cerri, Lucrezia Manzolini, Chiara Selva. Allenatori: Piero Manzoni e Ercole Ambrosini. 

“E’ stata una giornata che ha richiesto varie sinergie proprio per il contemporaneo impegno in tre tornei – ha sottolineato Ivan Dal Pozzo – Però credo che il messaggio lanciato sui social alle sue compagne di avventura da Natalie Piuselli (22 anni, 220 presenze e 269 mete segnate) sia il giusto corollario a giornate come queste e sintetizzi le emozioni che sa dare il rugby: “Oggi come sei anni fa esatti (prima partita in seniores: 15/12/2013) sono stata sul campo con voi, e anche oggi come sei anni fa mi avete regalato il primo posto per nulla scontato in questa giornata. Ma non è l'unica cosa che in tutto questo tempo ho ricevuto da tutte voi, la gioia di passare del tempo insieme dentro e fuori dal campo di gioco è stata la parte migliore di tutto il percorso, intriso non solo di felicità e di primi posti ma anche a volte di incomprensioni utili anche quelle per la crescita di un rapporto che si possa definire vero. Anche il rugby mi ha aiutato, quando sono sul campo non mi importa più di nulla, posso essere completamente me stessa senza pentirmi delle decisioni prese, perché qualcuno mi ha detto che su un campo da rugby non ci sono scelte giuste o sbagliate ma solo scelte.Grazie a tutte quelle che hanno cominciato e non ci sono più, grazie a tutte quelle che ci sono ancora e grazie a tutte quelle che si sono aggiunte per condividere questa enorme e fantastica avventura che dura ormai da 6 anni. Vi prego, concedetemi altri 20 anni insieme!” 

UNDER 14 - REZZEL IN CONTINUA CRESCITA 

REZZEL 1 – ROVATO 1 (34-17)

REZZEL 1: Ambrosini, Bigiolli, Clement, Clementi, Delisi, Della Valle, Ganassa, Gobbetti, Gorelli, Maffia, Matteri, Monchi, Partesana, Zen. Allenatore: Alessandro Cogliati.

Marcatori: 2 m. Zen, 1 m. Partesana, Della Valle, Clement, Ambrosini, 1 tr. Matteri e Ambrosini.

La franchigia valtellinese centra la terza vittoria consecutiva su un campo che presentava ancora tracce della nevicata di metà settimana e che ha reso difficoltosa la manovra di entrambe le squadre. I padroni di casa, mostrando i progressi che si erano evidenziati nelle precedenti partite, hanno preso in mano le redini della partita fin dall’inizio, smorzando sul nascere le iniziative avversarie e dando vita ad azioni combinate che alla fine hanno portato alla marcatura di sei mete con altrettante occasioni mancate per un soffio. 

REZZEL 2 – ROVATO 2 (15-30)

REZZEL 2: Abate, Balinetti, Bianchini, Branchini, Carella, Caspani, Maiorana, Moratti, Oggioni, Poletti, Romano, Spagnoli, Sala. Allenatore: Claudio Nobili.

Ancora una prestazione a due facce della seconda squadra che nel primo tempo si lascia bistrattare dagli avversari e poi nella ripresa cambia completamente volto facendo vedere una difesa più attenta e sprazzi di bel gioco che porteranno ad un parziale di due mete a zero a loro favore. Peccato che il buon lavoro fatto nella ripresa non sia stato sufficiente per cancellare una prima parte di gara incolore.

12 gennaio 2020

SERIE C2 - IL LECCO ESPUGNA SONDALO 

RUGBY SONDALO – RUGBY LECCO 28-33 (p.t. 14-21 )

SONDALO: Luca Corcoglioniti, Emanuele Cossi (65’ Cecini), Manzolini, Gobbi Frattini, Guizzardi, Manca, Mattia Cossi, Enrico Pedranzini, Bormolini, Clementi (30’ Cenini), Della Bosca (78’ Alessandro Corcoglioniti), Di Corleto, Settineri, Soppelsa (75’ Sinclair), Zucchelli (45’ Rossi). (n.e. Paganoni). Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI: 15’ 25’ e 29’ m. tr. Lecco, 35’ m. Bormolini tr. Di Corleto, 38’ m. Gobbi Frattini tr. Di Corleto, 59’ m. Rossi tr. Di Corleto, 74’ m. Lecco, 77’ m. tr. Lecco, 80’ m. Rossi tr. Di Corleto.

Inizia con una bruciante sconfitta casalinga il nuovo anno per il Rugby Sondalo. Impegnati tra le mura amiche nella sfida con il Rugby Lecco, i padroni di casa erano obbligati a vincere con il punto di bonus per cercare di mantenere intatte le chances di approdare alla poule promozione, invece ne è scaturita una sconfitta che vede allontanarsi definitivamente uno dei tre posti disponibili. E’ stata una partita in cui il Sondalo ha fatto tutto da solo, nel bene e nel male. Partiti a spron battuto i sondalini hanno messo sotto pressione i lariani ed al 10’ hanno avuto l’occasione di passare in vantaggio con un calcio piazzato che però Di Corleto ha mandato a lato. Pochi minuti dopo Matia Gobbi Frattini veniva fermato a un passo dalla meta e sulla mischia successiva i lariani rubavano palla nella loro zona difensiva, due placcaggi mancati e gli ospiti andavano a siglare la loro prima meta risalendo tutto il campo. Il Sondalo subiva il colpo e stentava a riprendere ritmo, così il Lecco ne approfittava per sorprendere di nuovo una difesa poco lucida e siglare per ben due volte grazie ancora a errori di placcaggio in prima fase. Così, una partita che il Sondalo doveva fare sua a tutti i costi, al trentesimo del primo tempo vedeva gli ospiti in vantaggio per 21-0, con un Sondalo discontinuo e distratto e un Lecco cinico ed efficace (tre occasioni create, tre mete realizzate). Nel finale di tempo capitan Bormolini suonava la carica per tentare la rimonta ed i padroni di casa riuscivano finalmente a concretizzare prima con lo stesso Bormolini al termine di una insistita azione di mischia e poi con Gobbi Frattini che concludeva al meglio l’ennesima apertura sui trequarti. La ripresa iniziava con il Sondalo ancora in attacco e attestato costantemente nella meta campo ospite, mentre il Lecco non sbagliava nulla e metteva in mostra una eccellente linea difensiva che chiudeva ogni varco. Dopo una serie di occasioni mancate dai padroni di casa, al 59’ Rossi riusciva a siglare la meta del pareggio e a ridare speranze a tifosi locali. Gli attacchi dei sondalini però risultavano troppo sterili e prevedibili, mentre il Lecco continuava a difendere con ordine. Nel finale del tempo, con il Sondalo proiettato alla ricerca della vittoria, il Lecco approfittava di altri due grossolani errori difensivi in fase di placcaggio per chiudere definitivamente l’incontro con due mete in sequenza. L’assalto finale, con conseguente meta di Rossi serviva solo per racimolare due punti di bonus difensivo che però non serviranno a nulla. Bocche cucite a fine gara, in attesa di fare valutazioni a mente serena e pensare ai prossimi impegni.

FEMMINILE - TORNEO INTERREGIONALE UNDER 16 E UNDER 18 

Nella giornata di domenica sono scese in campo anche la formazioni Juniores femminili con l’Under 16 impegnata a Rovato e l’Under 18 a Cusago.  

UNDER 16: La formazione Under 16 rinforzata con alcuni prestiti del Rugby Orio e del Rugby Cernusco, dopo aver rimediato tre sconfitte nel girone preliminare è riuscita a chiudere in bellezza la giornata battendo il Rovato nella finale per il 5° e 6° posto.

SONDALO – VIADANA 15-20 (2 m. Maffia, 1 m. Tavasci Marras)

SONDALO – CUS MILANO 10-40 (1 m. Maffia e 1 m. prestito Cernusco)

SONDALO – CUS BRESCIA 5-25 (1 m. Maffia)

SONDALO – ROVATO 35-25 (2 m. Maffia, 1 m. Cornolti, Violanti, Dioli, Mossinelli, Bricalli)

FORMAZIONE: Anna Cornolti, Andrea Violanti, Aurora Tavasci Marras, Viola Maffia, Marta Mossinelli, Annika Bricalli, Alice Dioli. Allenatore: Ivan Dal Pozzo 

UNDER 18: Sul campo di Rovato era invece impegnata la formazione Under 18. Anche qui formazione rimaneggiata causa assenze e atlete in ripresa da infortuni, per cui si è dovuto fare ricorso ad alcuni prestiti dalle altre squadre presenti per partecipare al torneo. La formula del torneo era la solita a otto squadre provenienti da Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Liguria. Le ragazze valtellinesi, pur fuori classifica per mancanza del numero minimo di atlete, ha disputato un torneo di buon livello collezionando tre vittorie e una sconfitta.

SONDALO – MONZA 10-40 (1 m. Bormolini e Bulanti)

SONDALO – COLORNO 25-0 (2 m. prestito, 1 m. Prevostini, Bulanti, Monaco)

SONDALO – CUS BRESCIA 25-15 (2 m. Bulanti, 1 m. Digonzelli, Da Ronch, Prevostini)

SONDALO – BIELLA 25-15 (2 m. Digonzelli, 1 m. prestito, Bulanti, Da Ronch)

FORMAZIONE: Petra Bormolini, Erica Bulanti, Asia Da Ronch, Giorgia Digonzelli, Cristina Monaco, Marianna Prevostini. Allenatore: Roberto Dal Toè

19 gennaio 2020

FEMMINILE - COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 - 6^ GIORNATA A NOVERASCO

LADIES TEAM ANCORA VINCENTE 

SONDALO – MONVISO 15-5 ( m. Pedranzini, Manzolini, Caterina Prevostini)

SONDALO – AMATORI&UNION 40-5 (2 m. Pedranzini e Cerri, 1 m. Galli, Della Vedova, Piuselli, Digonzelli)

SONDALO – SPARTANS 35-0 (2 m. Della Vedova, 1 m. Pedranzini, Ambrosini, Manzolini, Piuselli, Galli)

SONDALO – TRADATE 25-10 (3 m. Piuselli, 1 m. Galli, Caterina Prevostini)

FORMAZIONE: Irene Ambrosini, Erica Bulanti, Eleonora Della Vedova, Martina Da Ronch, Giorgia Digonzelli, Cristina Galli, Elisa Gaglia, Natalie Piuselli, Rachele Prevostini, Chiara Pedranzini, Sara Cerri, Lucrezia Manzolini, Caterina Prevostini, Chiara Selva. Allenatore: Ivan Dal Pozzo.

Sesta giornata di Coppa Italia a Noverasco di Opera e sesta vittoria consecutiva per il Ladies Team che conserva la sua imbattibilità stagionale e porta a casa l’ennesimo trionfo. Le ragazze guidate da Ivan Dal Pozzo hanno sfoderato una prova di carattere soprattutto in fase difensiva, riuscendo con questo atteggiamento ad avere la meglio su formazioni agguerrite come il Monviso e il Tradate. La formazione valtellinese ha iniziato il torneo con il freno a mano tirato, faticando più del dovuto per regolare un coriaceo Monviso, abile ad imbrigliare gli attacchi delle avversarie. Superato lo scoglio Monviso, il team dell’alta valle ha continuato in crescendo travolgendo a suon di mete Amatori&Union e Spartans, per arrivare alla sfida decisiva con il Tradate e giocarsi la vittoria del torneo. Gara combattutissima che vedeva le varesine portarsi in vantaggio nelle prime fasi di gioco. Le sondaline reagivano pareggiando con Piuselli e poi portandosi avanti con Galli, ma il Tradate ribatteva colpo su colpo e riusciva di nuovo a riportare in equilibrio la gara. Nella ripresa però era uno show delle valtellinesi che chiudevano la gara con altre tre marcature contro nessuna delle avversarie.“Che dire: ancora una volta fantastiche! – ribadisce coach Dal Pozzo – Se proprio devo trovare il pelo nell’uovo devo annotare qualche errore di posizione in fase offensiva che ha precluso la marcatura di ulteriori mete. Le sbavature offensive però sono state compensate da una tenuta difensiva eccellente e priva di errori. La squadra ha risentito minimamente della pausa invernale ed ha raggiunto un amalgama sempre più compatto, anche le ultime arrivate si sono integrate perfettamente nel gruppo, per cui quando faccio turn-over il gioco collettivo non ne risente. Godiamoci questo buon momento e questo gruppo meraviglioso.”

UNDER 14 - BUONA PROVA MA IL CALVISANO NON PERDONA 

REZZEL 1 – CALVISANO 1 (12-49)

REZZEL 1: Ambrosini, Bigiolli, Bianchini, Branchini, Clement, Clementi, Delisi, Della Valle, Ganassa, Gobbetti, Gorelli, Maffia, Monchi, Partesana, Sala, Zen. Allenatore: Alessandro Cogliati.

Marcatori: m. Clementi tr. Ambrosini, 1 m. Partesana.

La franchigia valtellinese disputa una buona gara ma viene punita oltre misura da un Calvisano abile a sfruttare ogni minimo errore dei valtellinesi. I padroni di casa hanno creato più di una difficoltà agli ospiti, ma al momento di concretizzare hanno commesso piccole ingenuità che hanno consentito ai bresciani non solo di cavarsela a buon mercato ma addirittura di replicare con contrattacchi micidiali. Di buono restano la prestazione collettiva e le due mete realizzate con azioni spettacolari. “Peccato non aver finalizzato le molte occasioni create ed aver concesso troppo spazio agli attacchi del Calvisano – commentano i dirigenti a fine gara – Con una maggiore attenzione la gara poteva incanalarsi su altri binari ed risultare avvincente anche nel punteggio.” 

REZZEL 2 – CALVISANO 2 (0-65)

REZZEL 2: Abate, Balinetti, Buyukcelen, Carella, Caspani, Gritciuk, Maiorana, Matteri, Moratti, Oggioni, Poletti, Romano, Spagnoli, Valena, Venturini. Allenatore: Claudio Nobili.

Niente da fare invece per la formazione più giovane che non ha dato continuità alle buone impressioni palesate prima della pausa. I valtellinesi hanno disputato una gara anonima non riuscendo ad imbastire alcuna azione corale degna di nota. Le uniche offensive dei locali scaturivano da azioni individuali che però venivano bloccate in prima fase per mancanza di sostegno. “Con questo gruppo il lavoro da fare è ancora tantissimo, per potere arrivare a livelli almeno accettabili ed evitare batoste sonore come quella di oggi.”

FEMMINILE UNDER 16 - TROFEO INTERREGIONALE A CUSAGO 

SONDALO – CUS BRESCIA 10-35 (m. Maffia e prestito)

SONDALO – CUS MILANO 0-30

SONDALO – COLORNO 10-40 (2 m. Maffia)

SONDALO – CAIMANI 10-20 (m. Mossinelli e Maffia)

FORMAZIONE: Marta Mossinelli, Alice Dioli, Viola Maffia, Andrea Violanti, Annika Bricalli, Anna Cornolti. Allenatore: Ercole Ambrosini.

Nella giornata di domenica sono scese in campo anche le ragazze Under 16, impegnate sul terreno di Cusago. La compagine valtellinese con un organico incompleto è stata integrata con alcune ragazze di Monza, Cernusco e Mosquitos, ma nulla ha potuto contro squadre organizzate come quelle Brescia, Milano e Colorno. Più equilibrata invece l’ultima gara con i Caimani di Bondanello. “In questa categoria non siamo ancora riusciti a costituire un gruppo stabile che riesca ad essere presente anche nei tornei domenicali, per cui dobbiamo continuamente fare ricorso all’aiuto delle altre squadre per disputare le gare. Con l’arrivo della buona stagione speriamo di recuperare tutte le ragazze disponibili e dar loro l’opportunità di maturare esperienza con la disputa dei tornei.”

26 gennaio 2020

SERIE C2 - SONDALO TRAVOLGENTE CON IL SEREGNO 

RUGBY SONDALO – RUGBY SEREGNO 57-7 (p.t. 33-7)

SONDALO: Di Corleto, Luca Corcoglioniti, Guizzardi (45’ Cecini),, Manzolini, Emanuele Cossi, Confortola, Mattia Cossi, Enrico Pedranzini, Bormolini, Rossi, Della Bosca, Cenini, Federico Settineri, Sinclair (53’ Alessandro Corcoglioniti), Zucchelli. (n.e. Paganoni, Nicolò Settineri, Massimo Pedranzini, Pini). Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI: 3’ m. E. Pedranzini tr. Di Corleto, 5’ m. Manzolini, 7’ m. Manzolini tr. Di Corleto, 28’ m. E. Pedranzini tr. Di Corleto, 33’ m. tr. Seregno, 37’ m. Manzolini tr. Di Corleto, 57’ m. Pedranzini, 62’ m. Rossi tr. Di Corleto, 73’ m. Rossi tr. Di Corleto, 76’ m. Cecini.

Dopo l’inopinata sconfitta casalinga di quindici giorni fa con il Lecco il Sondalo rialza la testa e, con una mischia travolgente, schianta il Seregno per 57-7. La gara si è incanalata a favore dei valtellinesi già dai primi minuti con una meta di forza siglata da Enrico Pedranzini a conclusione di una mischia a cinque metri. Il tempo di rimettere in gioco la palla e Manzolini siglava la seconda meta per i sondalini con un’azione personale iniziata a metà campo. La supremazia dei padroni di casa trovava poi ulteriore conferma con una bella penetrazione avviata dall’esordiente Samuel Confortola, giocatore di formazione inglese, continuata e conclusa dall’inarrestabile Manzolini. Galvanizzati da questo inizio fulminante i ragazzi di Jack Tonola, anziché continuare con il gioco di squadra, si lasciavano andare un po’ troppo ad iniziative individuali che non davano però alcun frutto perché nel frattempo il Seregno aveva trovato le contromisure agli attacchi isolati dei locali. Il gioco risentiva di questa involuzione e nonostante una evidente supremazia in mischia chiusa e nelle touches il Sondalo non riusciva a concretizzare il possesso pressoché totale del pallone. Per vedere la quarta marcatura bisognava aspettare il finale di tempo quando Enrico Pedranzini schiacciava in meta dopo l’ennesima prova di forza della mischia a ridosso dell’area di meta. Il Seregno vista la mal partita nelle fasi di gioco chiuso, provava a replicare con i propri trequarti e riusciva ad imbastire alcune belle controffensive che portavano alla realizzazione di una meta in mezzo ai pali dopo una bella iniziativa di gioco al piede. Prima della fine del tempo toccava ancora a Manzolini schiacciare in meta al termine di una azione manovrata sui trequarti. Nella ripresa il Sondalo continuava a macinare gioco con il pacchetto di mischia, ma poi rovinava tutto con errori di trasmissione al largo che vanificavano il buon possesso palla. Gli avanti, protagonisti assoluti della gara, decidevano quindi di sfruttare in altro modo la propria supremazia ed invece di aperture al largo si assisteva ad una serie di avanzate possenti che portavano in meta dapprima Enrico Pedranzini e poi due volte Rossi. Nel finale c’era gloria anche per Simone Cecini che festeggiava il suo compleanno con una meta conclusa finalmente all’ala dopo una bella azione alla mano della linea dei trequarti. A fine gara Jack Tonola ha elogiato i suoi per la buona prova, mettendo però in risalto i troppi errori nel gioco alla mano e nelle ripartenze dai punti di incontro, dove l’eccessivo individualismo è andato a discapito del gioco di squadra e di quanto provato e riprovato in allenamento.

FEMMINILE - TORNEO INTERREGIONALE UNDER 18 A SETTIMO MILANESE

Sul campo di Settimo Milanese sono scese in campo le ragazze Under 18 del Rugby Sondalo. Seppur in formazione incompleta, le ragazze guidate per l’occasione da Ivan Dal Pozzo sono riuscite ad aggiudicarsi il torneo battendo in finale il Colorno dopo aver superato nel girone di qualificazione Monza e Cus Brescia ed avere ottenuto un punto di bonus difensivo nella sconfitta con il Biella. “Stupendo ed entusiasmante il gioco in attacco – ha commentato Dal Pozzo a fine torneo – Con un sostegno sempre presente in più fasi, le ragazze hanno sviluppato un gioco frizzante e arioso con ottime scelte di tempo e azioni a tutto campo. Strepitosa anche la fase difensiva con una pressione asfissiante e placcaggi decisivi.”

SONDALO – MONZA 25-15 (3 m. Gaglia, 2 m. Della Vedova)

SONDALO – CUS BRESCIA 25-10 (2 m. Bulanti, 1 m. Digonzelli, Della Vedova, Monaco)

SONDALO – BIELLA 20-30 (m. Gaglia, Della Vedova, Da Ronch, Digonzelli)

SONDALO – COLORNO 45-10 (4 m. Gaglia, 3 m. Da Ronch, 1 m. Della Vedova, Monaco)

FORMAZIONE: Erica Bulanti, Asia Da Ronch, Elena Della Vedova, Giorgia Digonzelli, Elisa Gaglia, Cristina Monaco. Allenatore: Ivan Dal Pozzo 

FEMMINILE - SELEZIONE LOMBARDA IMPEGNATA IN VENETO 

La Selezione Lombarda femminile di rugby a 15, nelle cui fila sono state schierate le valtellinesi Natalie Piuselli, Sara Cerri e Gaia Biancotti, nello scorso week-end ha partecipato ad un allenamento collegiale a Tradate nella giornata di sabato e poi la domenica ha disputato un incontro con la Selezione Veneto-Friuli sul campo di Verona. Ottimo il comportamento delle lombarde che hanno sconfitto la mista Veneto-Friuli per 29-10. 

UNDER 14 - REZZEL SI RISCATTA CON IL FIUMICELLO 

FIUMICELLO 1 - REZZEL 1 (5-29)

REZZEL 1: Ambrosini, Branchini, Clement, Clementi, Delisi, Della Valle, Ganassa, Gobbetti, Gorelli, Maffia, Matteri, Monchi, Partesana, Zen. Allenatore: Alessandro Cogliati.

Marcatori: 3 m. Clementi, 1 m. Delisi e Ambrosini, 2 tr. Matteri.

La franchigia valtellinese si riscatta prontamente in terra bresciana riuscendo a battere il Fiumicello con una prestazione convincente. I ragazzi di Alessandro Cogliati questa volta sono riusciti a tradurre in punti la grande mole di gioco sviluppata con parecchie aperture al largo riuscendo a siglare cinque mete e subendone solo una. “Questa volta non ci sono stati errori in fase di attacco ed i ragazzi sono riusciti finalmente a finalizzare le loro azioni mettendo in mostra un gioco veloce e incisivo che non ha lasciato scampo ai padroni di casa.” 

FIUMICELLO 2 - REZZEL 2 (0-82)

REZZEL 2: Abate, Balinetti, Bigiolli, Bianchini, Caspani, Gritciuk, Maiorana, Moratti, Oggioni, Poletti, Romano, Sala, Spagnoli, Valena. Allenatore: Claudio Nobili.

Se la prima squadra ha saputo riscattarsi prontamente dopo la sconfitta con il Calvisano, la formazione più giovane continua la sua fase di involuzione disputando l’ennesima partita senza mordente, nonostante il rinforzo di tre giocatori che solitamente giocano nella formazione maggiore. Ne è scaturita così un’altra pesante sconfitta senza riuscire a siglare nemmeno un punto.”

2 febbraio 2020

SERIE C2 - IL SONDALO SUPERA ANCHE LA CAPOCLASSIFICA 

RUGBY SONDALO – RUGBY SAN DONATO 29-8 (p.t. 13-3)

SONDALO: Di Corleto, Cecini (77’ Andrea Cossi), Manzolini, Confortola, Emanuele Cossi (51’ Caspani), Manca, Mattia Cossi, Enrico Pedranzini, Bormolini, Rossi (72’ Clementi), Della Bosca, Cenini (57’ Alessandro Corcoglioniti), Federico Settineri, Sinclair, Zucchelli. (n.e. Paganoni, Nicolò Settineri, Gobbi Frattini). Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI: 9’ c.p. Di Corleto, 21’ m. Mattia Cossi tr. Di Corleto, 34’, 37’ 42’, 51’ c.p. Di Corleto, 72’ m. San Donato, 79’ c.p. Di Corleto, 80’ m. Manzolini tr. Di Corleto.

Nella gara di recupero che chiudeva la prima fase del campionato di serie C2 il Sondalo si è concesso il lusso di battere la capoclassifica San Donato, confermando a pieno titolo di possedere le giuste credenziali per partecipare alla poule promozione. Purtroppo il pasticcio burocratico che ha tramutato in sconfitta la netta vittoria con l’Amatori&Union alla prima giornata ed i susseguenti punti di penalizzazione si sono rivelati fondamentali per la mancata qualificazione tra le prime tre proprio a vantaggio dei milanesi. Tra le squadre viste a Sondalo in questa stagione, il San Donato è quella che ha destato la maggiore impressione: formazione giovane e ben bilanciata, con una condotta battagliera e un numero otto bravo a dirigere il gioco. I milanesi per arginare le offensive del Sondalo hanno però dovuto ricorrere ad un gioco molto al limite ed alla fina hanno pagato dazio collezionando un gran numero di caci di punizione, sei dei quali sono stati calciati tra i pali da un preciso Di Corleto. I primi venti minuti di gara hanno visto le due squadre darsi battaglia con azioni veloci che però venivano fermate dalle difese. I padroni di casa in questo periodo incassavano solo tre punti, frutto del primo calcio da posizione favorevole concesso dagli ospiti. A metà del primo tempo la partita aveva il primo sussulto con un’azione partita da centro campo e conclusa in mezzo ai pali da Mattia Cossi dopo una lunga fuga lungo la linea dell’out. I sondalini insistevano nella loro offensiva e costringevano i milanesi a ripetuti falli che Di Corleto traduceva in punti con il suo piede preciso. Il 13-3 di fine primo tempo però non era un risultato tranquillizzante, perciò i valtellinesi continuavano il loro pressing e incameravano altri sei punti su punizione, portandosi a distanza di sicurezza. La difesa dei padroni di casa reggeva bene sugli attacchi al largo e soccombeva solo a dieci minuti dalla fine su una ripartenza da un raggruppamento. Nel finale, con le mischie giocate no-contest (senza spinta e con palla vinta automaticamente da chi introduceva la palla) i sondalini arrotondavano il punteggio con un altro calcio di Di Corleto e una meta di Manzolini originata proprio da un pallone vinto in mischia chiusa. Conclusa la prima fase al quarto posto in classifica, ora si attendono le decisioni del Comitato Regionale in merito alle obbligatorietà per partecipare alla poule promozione. Per ora il Rugby Sondalo è fuori, ma per capire se nella seconda fase sarà poule promozione o poule permanenza bisognerà attendere l’ufficialità.

FEMMINILE - COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 - 7^ GIORNATA A VERBANIA

IL LADIES TEAM CALA IL SETTEBELLO 

SONDALO – CUS MILANO 30-20 (3 m. Piuselli, 2 m. Pedranzini, 1 m. Galli)

SONDALO – TRADATE 40-10 (2 m. Piuselli e Caterina Prevostini, 1 m. Galli, Bassini, Manzolini, Pedranzini)

SONDALO – VERBANIA 30-20 (2 m. Manzolini, 1 m. Caterina Prevostini, Piuselli, Bassini, Rachele Prevostini)

FORMAZIONE: Francesca Bassini, Cristina Galli, Natalie Piuselli, Rachele Prevostini, Chiara Pedranzini, Lucrezia Manzolini, Caterina Prevostini, Chiara Selva. Allenatore: Ivan Dal Pozzo.

Il comitato organizzatore ci ha provato questa volta a scombussolare le carte della settima giornata di Coppa Italia andata in scena a Verbania, inserendo nel gruppo delle contendenti una formazione del Cus Milano, squadra che milita nella serie A di rugby a XV, ferma per gli impegni della nazionale nel torneo 6 Nazioni. Così invece di un girone a cinque sono stati programmati due gironi da tre, con le milanesi nel girone del Sondalo e subito nel primo incontro. Partita ostica con le milanesi che mettevano in mostra una linea difensiva agguerrita e non permettevano alle valtellinesi di sviluppare il loro gioco fluido e veloce. Per raggiungere la vittoria finale Manzolini e compagne hanno dovuto dare fondo a tutta la loro esperienza e metterci anche quel pizzico di cattiveria che in occasioni del genere non guasta mai. Sulle ali dell’entusiasmo, le sondaline continuavano a macinare gioco brillante anche nella seconda gara con il Tradate, squadra fisica e ben impostata ma non ancora attrezzata per contenere le folate del Ladies Team. Un perentorio 40-10 permetteva alle valtellinesi di giocarsi il torneo con le padrone di casa del Verbania, rinforzate con alcune atlete del Como e vincitrici dell’altro girone. La mancanza di una panchina lunga e la fatica che iniziava a farsi sentire, anche per la lunghissima trasferta di oltre tre ore, costringevano la formazione di Dal Pozzo ad attingere energie negli angoli più nascosti e a fare ricorso ancora una volta alla caparbietà di tutto il gruppo, deciso a lottare fino all’ultimo. Al termine di un incontro molto vivace e combattuto arrivava l’ennesima vittoria per 30-20 che consentiva al Ladies Team di incamerare il settimo torneo consecutivo. “Ormai siamo diventati la squadra da battere ed ogni torneo ci riserva qualche sorpresa – ha commentato Ivan Dal Pozzo - Oggi tutto il gruppo è stato eccezionale, dagli accompagnatori, sempre pronti a dare il loro supporto organizzativo, alle ragazze che hanno messo in evidenza una volta di più la loro capacità di cambiare strategia a seconda delle esigenze del momento, mantenendo contemporaneamente un’efficacia di gioco sempre ai massimi livelli”.

 FEMMINILE - TORNEO INTERREGIONALE UNDER 16 - 7^ GIORNATA A VILLA CARCINA - BUONA PRESTAZIONE 

Sul campo di Villa Carcina sono scese in campo le Under 16 nella settima giornata del Torneo Interregionale. Tre vittorie e due sconfitte il bottino delle ragazze valtellinesi, guidate da Roberto Dal Toè e supportate da alcune atlete del Monza per rimpolpare l’organico. Nella stessa località si è disputato anche un torneo Under 14 al quale ha preso parte la giovane valtellinese Lucia Fazzini a dimostrazione di un movimento in continua crescita.

SONDALO – ORIO 47-33 (4 m. Sciaini, 3 m. prestito Monza)

SONDALO – COLORNO 5-40 (1 m. Sciaini)

SONDALO – CUS BRESCIA A 10-30 (1 m. Maffia e Sciaini)

SONDALO – MANTOVA 40-25 (2 m. Maffia e Sciaini, 4 m. prestito Monza)

SONDALO – CUS BRESCIA B 25-10 (2 m. Maffia e Sciaini, 1 m. prestito Monza)

FORMAZIONE: Sabrina Alencastro, Samanta Branchini, Annika Bricalli, Anna Cornolti, Alice Dioli, Viola Maffia, Marta Mossinelli, Giulia Paini, Melissa Sciaini, Aurora Tavasci Marras, Andrea Violanti. Allenatore: Roberto Dal Toè. 

UNDER 14 - REZZEL A VALANGA 

RUGBIO 1 - REZZEL 1 (0-87)

REZZEL 1: Ambrosini, Bigiolli, Branchini, Clement, Clementi, Delisi, Della Valle, Ganassa, Maffia, Matteri, Monchi, Partesana, Sala, Spagnoli, Zen. Allenatore: Alessandro Cogliati.

Marcatori: 5 m. Zen, 4 m. Delisi, 1 m. Partesana, Clement, Clementi, Maffia, Monchi, Sala, 4 tr. Matteri, 1 tr. Ambrosini e Zen.

Nella serata di sabato la franchigia valtellinese ha fatto visita con entrambe le formazioni al Rugbio sul campo di Cusago. Per i ragazzi di Rezzel 1 è stata una cavalcata trionfale, favorita anche da un avversario poco consistente, conclusa con la realizzazione di 15 mete. A segno già alla prima azione di gioco con l’ala Zen, gli ospiti hanno approfittato dell’occasione per mettere a punto tutti i meccanismi di gioco, puntando molto sulle aperture al largo che hanno poi dato i frutti sperati con ben nove mete siglate dalle due ali. “La squadra ha acquisito molta sicurezza e personalità e, anche se la partita era facile, non ha mai sollevato il piede dall’acceleratore continuando a proporre gioco e manovre articolate”. 

RUGBIO 2 - REZZEL 2 – (0-20)

REZZEL 2: Balinetti, Carella, Caspani, Gobbetti, Gorelli, Gritciuk, Maiorana, Oggioni, Poletti, Romano, Valena, Venturini. Allenatore: Claudio Nobili.

Nella seconda gara i padroni di casa del Rugbio non raggiungevano il numero minimo per cui la gara è stata considerata vinta a tavolino da Rezzel 2. Si è comunque disputata una amichevole a ranghi misti che ancora una volta ha evidenziato i limiti caratteriali delle formazione più giovane che non riesce a fare il salto di qualità anche quando l’avversario non è di quelli impossibili.

9 febbraio 2020

FEMMINILE - TORNEO INTERREGIONALE UNDER 18 - 7^ GIORNATA A MONZA - SONDALO ANCORA PROTAGONISTA 

Non conosce soste l’attività femminile che domenica ha visto in campo l’Under 18 nella settima giornata del Torneo Interregionale. Le ragazze della franchigia valtellinese, guidate per l’occasione da Roberto Dal Toè, hanno partecipato al torneo di Monza ottenendo una vittoria e una sconfitta nel girone di qualificazione e poi battendo il Piacenza nella finale per il terzo e quarto posto. Ancora una volta la formazione sondalina ha evidenziato le potenzialità del gruppo, capace di andare in meta con sette ragazze diverse su otto iscritte a referto. Con le ragazze valtellinesi hanno giocato anche alcune atlete del Rovato, per dar modo a tutte le partecipanti al torneo di scendere in campo.

SONDALO – MONZA 30-10 (2 m. Prevostini, 1 m. Da Ronch, Digonzelli, Monaco, Della Vedova)

SONDALO – CUS BRESCIA 20-30 (2 m. Gaglia, 1 m. Cornolti, Digonzelli)

SONDALO – PIACENZA 35-15 (2 m. Digonzelli, 1 m. Da Ronch, Cornolti, Monaco, Gaglia, Della Vedova)

FORMAZIONE: Erica Bulanti, Anna Cornolti, Asia Da Ronch, Elena Della Vedova, Giorgia Digonzelli, Elisa Gaglia, Cristina Monaco, Marianna Prevostini. Allenatore: Roberto Dal Toè.

UNDER 14 - REZZEL, SINERGIE INVERSE 

REZZEL 1 – LAINATE 1 (0-31)

REZZEL 1: Abate, Ambrosini, Bigiolli, Branchini, Clement, Clementi, Delisi, Ganassa, Gobbetti, Gorelli, Maffia, Matteri, Monchi, Partesana, Zen. Allenatore: Alessandro Cogliati.

C’è una strana sinergia inversa nella franchigia valtellinese: quando la prima squadra gioca bene e vince, la seconda formazione offre delle prestazioni impalpabili, quando invece è Rezzel 2 a rialzare la testa e a far valere le proprie capacità ecco che la prima squadra mette in campo la controprestazione disputando gare anonime. Questo è quanto successo sabato a Sorico dove l’avversario di turno era il Lainate. La prima squadra, autrice di buone prestazioni nelle ultime uscite, si è crogiolata troppo sugli allori ed ha lasciato campo alle iniziative individuali del Lainate. Dopo un primo tempo equilibrato ma senza azioni di rilievo, chiuso sul 7-0 per gli ospiti, nella ripresa i locali sono letteralmente spariti dal campo subendo quattro mete e consegnando la vittoria ad un Lainate che oltre ad alcune individualità interessanti non appariva certo squadra imbattibile.  

REZZEL 2 – LAINATE 2 (47-29)

REZZEL 2: Balinetti, Bianchini, A. Borromini, I. Borromini, Buyukcelen, Caspani, Gritciuk, Maiorana, Oggioni, Poletti, Romano, Sala, Spagnoli, Valena, Venturini, Zamboni. Allenatore: Claudio Nobili.

Marcatori: 2 m. Balinetti e Spagnoli, 1 m. Gritciuk, Sala, Borromini, 3 tr. Oggioni e Borromini.

La prestazione con la P maiuscola l’ha invece offerta la seconda squadra, finalmente capace di imporre il proprio gioco e di mantenere la concentrazione fino alla fine. I ragazzi più giovani hanno dimostrato fin dai primi minuti di essere scesi in campo con il piglio giusto e, dopo aver visto i loro compagni sconfitti nella prima gara, hanno raddoppiato gli sforzi per dimostrare il loro valore. Così giocatori che fino alla domenica precedente scendevano in campo solo per onor di firma, si sono trovati ad essere protagonisti ed in questa loro entusiasmate voglia di riscattarsi hanno saputo coinvolgere tutti i loro compagni di squadra. Bravi e tenaci.

16 febbraio 2020

SERIE C2 - SONDALO ALL’ULTIMO RESPIRO 

RUGBY SONDALO – RUGBY SEREGNO 25-20 (p.t. 13-7)

SONDALO: Mattia Cossi, Andrea Cossi (49’ Massimo Pedranzini), Emanuele Cossi (61’ Gobbi Frattini), Luca Corcoglioniti, Manzolini, Confortola, Guizzardi, Di Corleto, Rossi, Bormolini, Enrico Pedranzini, Della Bosca, Settineri, Sinclair (53’ Dal Pozzo), Zucchelli. (n.e. Paganoni, Cecini, Manca). Allenatore: Jack Tonola

MARCATORI: 7’ c.p. Di Corleto, 14’ m. Manzolini, 20’ m. Rossi, 28’ m. tr. Seregno,  43’ c.p. Seregno, 50’ m. tr. Seregno, 69’ m. Settineri, 70’ c.p. Seregno, 79’ m. Rossi tr. Di Corleto.

Nella prima giornata della seconda fase del campionato di serie C2 il Sondalo si è trovato di fronte ancora il Rugby Seregno, già ampiamente battuto due settimane fa. Quel successo, ottenuto con largo margine, ha inciso sulla partita di domenica perché i sondalini sono scesi in campo pensando di avere partita facile e non hanno affrontato la gara con il giusto spirito. Il Seregno dal canto suo ha messo in mostra il proprio carattere combattivo, con una mischia sempre pronta a dare battaglia e una linea di trequarti attenta a sfruttare gli errori degli avversari. Se a questi ingredienti aggiungiamo anche alcune scelte tecniche di coach Tonola che nel primo tempo non hanno funzionato al meglio (scambio di ruolo tra mediano di mischia ed estremo), ecco servita la partita thrilling con i padroni di casa in vantaggio, poi rimontati due volte ed infine vincitori all’ultimo respiro. Partiva bene la formazione di casa che metteva subito in difficoltà i milanesi e passava in vantaggio con un piazzato di Di Corleto. Pochi minuti e Manzolini realizzava la prima meta con una azione dei trequarti. Al 20’ era Rossi ad arrotondare il punteggio concludendo in meta una rolling-moul. Di Corleto mancava le due trasformazioni ed il punteggio si fissava sul 13-0. Una volta acquisito il vantaggio l’ordine era quello di continuare a creare gioco e cercare di marcare altri punti, invece proprio sul calcio da centro campo susseguente alla seconda meta ecco un improvviso black-out con una serie di errori imperdonabili che consentivano al Seregno di stabilirsi per ben dieci minuti nell’area di difesa dei sondalini e di tornare a casa con il macinato: una meta su un calcio intercettato. I Sondalini subivano il colpo e non riuscivano a reagire, restando in balia di un avversario galvanizzato dall’inaspettato “regalo”. Il primo tempo si chiudeva sul 13-7 ed al ritorno in campo l’imperativo era quello di cambiare marcia. I primi punti della ripresa però li metteva a segno il Seregno con un calcio piazzato. Poi gli ospiti ricevevano un altro inaspettato omaggio con un pallone in mano ai sondalini e letteralmente regalato, con conseguente volata verso il centro dei pali partendo dalla propria area difensiva e ribaltamento del punteggio. Altra mazzata che i sondalini faticavano ad assorbire. A raddrizzare le sorti della gara ci pensava il pilone Federico Settineri, uno degli oscuri manovali della mischia, che si faceva trovare pronto a schiacciare in meta e riportare avanti i suoi. Una volta riacciuffato il vantaggio bisognava gestire il pallone e non concedere spazio alle iniziative dei milanesi. Invece, ancora sul calcio di rinvio dopo la meta, altro pasticciaccio e calcio di punizione in mezzo ai pali che il Seregno non sbagliava, riportandosi in vantaggio per 20-18. Con ancora dieci minuti da giocare il Sondalo ripartiva a testa bassa e riusciva a conquistare una serie di calci di punizione che cercava di sfruttare con la mischia chiusa diventata inarrestabile. Dopo vari tentativi, finalmente al 79’ arrivava la meta di Rossi che chiudeva l’ennesima avanzata del pack sondalino. Di Corleto arrotondava con la trasformazione ed i valtellinesi potevano tirare un sospiro di sollievo per una vittoria acciuffata proprio all’ultimo respiro.

FEMMINILE - COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 - 8^ GIORNATA A TRADATE

LADIES TEAM SULL’OTTOVOLANTE 

SONDALO – TRADATE 24-15 (1 m. Piuselli, Prevostini, Manzolini, Pedranzini, 2 tr. Piuselli)

SONDALO – PIACENZA 14-12 (1 m. Gaglia e Manzolini, 2 tr. Piuselli)

SONDALO – MONVISO 20-10 (2 m. Pedranzini e Gaglia)

SONDALO – SPARTANS 25-0 (2 m. Bassini e Pedranzini, 1 m. Piuselli)

FORMAZIONE: Irene Ambrosini, Francesca Bassini, Sara Cerri, Federica Corsini, Martina Da Ronch, Elisa Gaglia, Cristina Galli, Natalie Piuselli, Rachele Prevostini, Chiara Pedranzini, Lucrezia Manzolini, Chiara Selva, Chiara Valzer. Allenatore: Ivan Dal Pozzo.

Ladies team col brivido dell’ottovolante per mettere il sigillo sull’ottavo turno andato in scena a Tradate. Sarà stato il viaggio interminabile, sarà stato che tra le avversarie ormai c’è la lotta su chi sarà la prima a rompere l’egemonia del Sondalo, sarà la legge dei grandi numeri che dice che prima o poi la sconfitta arriverà, fatto sta che per movimentare l’ottava giornata di Coppa Italia sul campo di Tradate, le ragazze del Rugby Sondalo questa volta ci hanno messo un pizzico di brivido, proprio come quando si sale sull’ottovolante. Le prima avvisaglie che sarebbe stata una giornata tosta si sono avute già dalla prima partita con le padrone di casa del Tradate, in un continuo batti e ribatti che si è concluso per quattro mete a tre a favore delle sondaline. Stesso copione nella seconda gara con il le Pantere di Piacenza partite a spron battuto con due mete e poi rimontate fino al 10-10. Per decretare le vincitrici si è dovuto fare ricorso ai calci di trasformazione ed il piede di Natalie Piuselli si è dimostrato ancora una volta infallibile per il 14-12 finale. La terza gara con il Monviso iniziava anche questa con le avversarie in vantaggio e con le valtellinesi capaci di un’altra rimonta che stroncava le velleità delle piemontesi. Superati i tre scogli più duri, rimaneva la quarta gara con le Spartans che filava via liscia e consacrava per l’ottava volta in stagione la supremazia della franchigia valtellinese. “Oggi il torneo è stato animato più del solito, con un pizzico di brivido che ha reso ancora più eccitante l’ennesimo trionfo – ha ribadito Ivan Dal Pozzo – Per completare tre esaltanti rimonte c’è voluta l’esperienza e la caparbietà delle veterane, unita alla voglia di lottare del resto del gruppo, sempre pronto a dare man forte. Ora, dopo una sosta di un mese, ci prepareremo per suonare la “nona” tra le mura amiche di Sorico il 22 marzo”.

 

8 marzo 2020

In osservanza del DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI del 8 marzo 2020 "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19", tutta l’attività rugbystica della Società è sospesa fino al 3 aprile 2020.

27 marzo 2020

LA FIR HA DELIBERATO LA SOSPENSIONE DEFINITIVA DELLA STAGIONE 2019/2020 

Il Consiglio Federale della FIR, riunito in video-conferenza giovedì 26 marzo per definire le azioni da adottare a fronte della pandemia da Covid-19 ha deliberato la sospensione definitiva della stagione 2019/2020. E’ una decisione che era nell’aria e che la Polisportiva Sondalo Sport condivide pienamente perché di fronte ad una tragedia che non ha precedenti nell’era moderna non bisogna dimenticare che il rugby è un “gioco”. In questo periodo siamo tutti sottoposti ad enormi sacrifici per la salvaguardia della vita umana e la sospensione del nostro “gioco” assume un valore infinitesimale in questo contesto, ma contemporaneamente è una sospensione straordinariamente ricca di contenuti perché trova noi e i nostri atleti a dover applicare i principi fondamentali del rugby non più allo sport ma alla vita reale. La solidarietà, il sostegno, il sacrificio per aiutare gli altri, l’andare avanti senza fermarsi per battere un avversario nuovo e mai affrontato prima, il tutto sempre nel pieno rispetto delle regole. L’augurio è quello che i nostri ragazzi facciano tesoro degli insegnamenti ricevuti sul campo e dello spirito che anima una squadra di rugby per trasferire questi valori nella realtà. L’Assessore allo Sport del Comune di Pistoia ha scritto in una sua lettera: “Tornerà il tempo dello sport pieno e sarà più bello di prima, perché sarà praticato da ragazzi diventati uomini”. Questo sarà lo spirito che ci animerà quando tutto sarà finito e riprenderemo a “giocare”.

Ivano Muscetti - Presidente Polisportiva Sondalo Sport